RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Iraq: Mogherini: “Isis ha fatto proseliti anche in Occidente”

Più informazioni su

Federica Mogherini

Federica Mogherini

Lo afferma il ministro degli Esteri Federica Mogherini in un’intervista a Repubblica. La “preoccupazione” per il rischio di attentati in Italia in seguito all’invio delle armi ai curdi “c’e’ ma non e’ maggiore oggi, dopo questa decisione. Del resto e’ chiaro che nessun paese e’ immune da rischi, Isis ha fatto proseliti anche in Occidente”.  

“L’Is e’ un’organizzazione terroristica che usa la religione per perseguire il proprio disegno sanguinario – afferma il ministro – L’Islam non ha nulla a che fare con tutto questo e infatti c’e’ stata una reazione compatta anche del mondo arabo contro chi vuole sterminare yazidi, cristiani e musulmani”.

Mogherini torna sull’impegno della presidenza italiana della Ue sulla crisi: “Stiamo gia’ lavorando con tutti gli attori della regione, a partire dall’Iran e dalla Turchia, fino ai paesi del Golfo. Non possiamo piu’ affrontare le crisi in Libia, Siria e Iraq separatamente una dall’altra. Serve un progetto per tutta l’area e questo va fatto coinvolgendo tutti gli attori, alcuni dei quali finora non si sono parlati”.

Rilancia quindi il ruolo dell’Ue: “Credo che sia il tempo di assumerci le nostre responsabilita’ di europei e di agire da protagonisti nel mondo”. Quanto all’Italia, “puo’ avere e sta gia’ avendo – dice Mogherini – un ruolo guida in Europa visto che abbiamo buone relazioni con tutti gli attori della regione”. L’Iran? “Ho gia’ parlato piu’ volte con il ministro degli Esteri Zarif e lo ricevero'” nella sua visita in Italia a settembre. Sull’ipotesi che l’iniziativa italiana sull’Iraq possa favorire la sua nomina a Mrs Pesc, il ministro osserva: “Una critica vera e propria alla mia candidatura non e’ mai stata formalizzata. C’e’ un problema complessivo legato agli equilibri tra famiglie politiche e aree geografiche che devono trovare una rappresentanza”.

Più informazioni su