RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Repubblica Cronaca di Roma Addio a Carla Verbano, madre di Valerio L’onore in casa, poi 32 anni senza verità

Più informazioni su

SE NE è andata Carla Verbano. La mamma di Valerio, lo studente di 19 anni ucciso a colpi di pistola da un commando di tre persone il 22 febbraio del 1980 perché antifascista, è morta ieri sera nella clinica San Francesco Caracciolo, in viale Tirreno. Se ne è andata dopo aver combattuto anche la sua ultima battaglia, contro il tumore: un cancro che aveva colpito il suo stomaco e la sua vescica tempo fa e che, negli anni, l`aveva costretta a cure e interventi, affrontati sempre con la voglia di tornare nel suo appartamento di via Monte Bianco, lì dove 32 anni fa era stato ammazzato suo figlio mentre sia lei che il marito Sardo erano in casa. All`ultimo corteo convocato nell`anniversario della morte di Valerio, Carla non aveva potuto partecipare proprio a causa del ricovero che la teneva a letto nella clinica Villa Tib aria, sulla Nomentana. Poi un nuovo ricovero al Pertini, e da lì, 15 giorni fa, alla clinica Caracciolo, l`hospice di Montesacro che ospita i malati terminali. Se ne è andata senza conoscere la verità Carla. Una parola che per lei significava «il nome degli assassini di mio figlio». Una ricerca costante, mai interrotta, fatta di studio, viaggi, contatti, denunce, interviste, appelli, lettere, libri, spettacoli teatrali, momenti di depressione e attimi di luce.  … … (VIOLA GIANNOLI)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.