RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Monti dell’Ortaccio fermato il blitz

Più informazioni su

L’EMERGENZA Niente lavori, ma tanta tensione. Nella valle Galeria l’allarme resta alto, il cartello spuntato domenica che preannunciava il via per ieri al cantiere della nuova discarica di Monti dell’Ortaccio non è stato rispettato. Il blitz per costruire una discarica in barba a ogni logica (e a ogni rispetto per chi vive da anni il dramma di Malagrotta) è stato fermato. Il giallo, per quello che conta, non è stato risolto: si è trattato di una provocazione o di un intoppo burocratico? Nel dubbio i cittadini sono scesi ancora una volta in strada, davanti a quella recinzione che loro vivono, con buone ragioni, una minaccia al loro territorio. Il proprietario del terreno Manlio Cerroni conferma lo stop: le opere «sono state sospese dalla direzione dei lavori fino al 31 marzo, in attesa della pronuncia degli organi giurisdizionali aditi dal comune di Roma». Insomma, almeno a marzo la discarica non si farà. Il rischio insomma è solo rinviato, ma i motivi per ostacolare questo progetto aumentano: contro Monti dell’Ortaccio restano praticamente tutte le istituzioni, in primis il ministro Clini, che immagina (e prova a mettere in pratica) un futuro senza discariche. Il luogo autorizzato a dicembre da Sottile, inoltre, sorge a poca distanza da Malagrotta, insomma in un territorio che ha già pagato un conto troppo alto per la gestione di questa emergenza. Il clima però resta davvero pesante, per respirarlo bastava fare un giro al presidio che i residenti della zona hanno organizzato ieri per prevenire e controllare qualsiasi tipo di movimento davanti all’area di Monti dell’Ortaccio. Forse anche per il fatto che sul luogo dove potrebbe nascere una discarica le ruspe non si sono viste, il sit-in è stato assolutamente pacifico. Ma che quella della valle sia una situazione potenzialmente esplosiva lo dimostrano le due fucilate con le quali è stato preso di mira il cartello con l’annuncio del cantiere, un gesto dimostrativo compiuti da ignoti durante la notte. Sotto al cartello colpito sono stati anche ritrovati due bossoli.  … (Il Messaggero Cronaca di Roma)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.