RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Notizie del giorno: intervista a Conte e Theresa May

Più informazioni su

Notizie del giorno: in un’intervista su La Stampa il premier Giuseppe Conte conferma che la missione Sophia dovrà essere rivista, ma che di questo si discuterà nelle “sedi opportune”.  Il governo di Theresa May ha incassato due pesanti dimissioni, entrando in un pericoloso stato di crisi.

Notizie del giorno: Intervista a Conte su La Stampa

Ultime notizie. Intervistato da La Stampa, il primo ministro Giuseppe Conte conferma che la missione Sophia dovrà essere rivista, ma che di questo si discuterà nelle “sedi opportune”. Sulle Ong viene ribadito che “svolgono un ruolo importante per la società”, ma anche che devono rispettare le regole (La Stampa).

Conte inoltre nega che le interpretazioni semplicistiche della risposta dell’Italia alla crisi migratoria, e parla invece di un approccio “ben più complesso” e basato sulla “cooperazione economica e sociale” con i Paesi da cui partono i migranti, citando l’esempio del Niger, e sul “rafforzamento dei controlli e dell’assistenza ai migranti nei Paesi di transito” (Ansa).

Passando alla politica internazionale, Conte conferma “che i nostri alleati tradizionali sono gli americani”, ma osserva comunque che il sistema sanzionatorio verso la Russia “non risolve i problemi” e dovrà essere superato. Interrogato sul suo apparente ruolo di portavoce del governo e non di premier, Conte chiarisce che ha uno stile “sensibilmente diverso da quello dei politici ballerini” e che lui fa quello che gli riesce meglio in quanto giurista, “approfondire i problemi e perseguire gli obiettivi guardando alla sostanza”.

Approfondendo le riforme, il premier riconosce l’importanza sia del reddito di cittadinanza, che “non è una misura assistenziale”, sia della flat tax, che “condurrà alla semplificazione della nostra normativa fiscale”.

Sul decreto dignità, Conte ribadisce invece che le imprese non devono “infuriarsi” perché “un mercato del lavoro più stabile rilancia la domanda interna, con ricadute positive sui profitti d’impresa”.

La riforma della Fornero verrà quindi rifinanziata una volta che i circa 6 milioni di disoccupati torneranno a un impiego e contribuiranno alla casse dell’Inps. E’ per questo che Conte fissa come priorità il “rilancio degli investimenti produttivi”, così da creare un circolo virtuoso.

Notizie del giorno: Brexit e il governo di Theresa May

News. In meno di 24 ore il governo di Theresa May ha incassato due pesanti dimissioni, entrando in un pericoloso stato di crisi. A influenzare le dinamiche è ancora una volta il tema della Brexit, che ha portato all’abbandono due dei più importanti sostenitori della Hard Brexit: il ministro incaricato per trattare con la Ue Davis Davis e il ministro degli Esteri Boris Jhonson.

I due si sono dimessi per la decisione di May di proseguire con una Brexit ammorbidita, che manterrebbe la Gran Bretagna vicina all’Ue. E’ per questo che Jhonson, descritto dai media come intenzionato a sostituire la premier britannica, ha affermato che “il sogno della Brexit sta morendo, soffocato dai dubbi”. Il fronte dei Tories a favore della hard Brexit starebbe ora raccogliendo le 48 firme necessarie per sfiduciare Theresa May.

La premier intanto ha nominato i successori dei due ministri uscenti: per le trattative sulla Brexit ci sarà colui che guidava il ministero della sanità, Jeremy Hunt, mentre agli Esteri May ha posto un suo fedelissimo, l’oxfordiano Dominic Raab (TGCOM).

Ad approfittare del possibile caos di una guerra interna ai conservatori potrebbe essere Jeremy Corbyn, che in caso di vittorie in nuove elezioni potrebbe anche riproporre un secondo referendum sulla Brexit.

Più informazioni su