RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Notizie del giorno: Salvini-Saviano, Macron-Di Maio

Più informazioni su

Notizie del giorno: Salvini ha dichiarato in tv che potrebbe essere tolta la scorta allo scrittore Roberto Saviano. Continuano gli screzi tra il presidente francese Macron e il governo italiano.

Notizie del giorno: Salvini-Saviano

Il ministro dell’Interno Salvini ha dichiarato in tv che potrebbe essere tolta la scorta allo scrittore Roberto Saviano: “saranno le istituzioni a valutare se corra qualche rischio perché mi pare che passi molto tempo all’estero. Valuteremo come si spendono i soldi degli italiani”.

Saviano ha duramente replicato su Facebook: “secondo te Salvini io sono felice di vivere così da 11 anni? In questi anni sono stato sotto la pressione dei Casalesi: credi che possa avere paura di te? Buffone”. Lo scrittore ha ricevuto la solidarietà del Pd e del presidente della Camera Roberto Fico. L’autore di Gomorra vive sotto scorta dal 2006, a causa delle minacce di morte da parte del clan dei Casalesi (TGCOM).

Tolta la scorta a Ingroia, forse sarà tolta anche a Saviano

Ospite di Agorà su Raitre, a domanda sulla sua intenzione di togliere la scorta a Roberto Saviano, Matteo Salvini ha risposto così: «Saranno le istituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, perché mi pare che passi molto tempo all’estero. Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani».

Saviano è sotto scorta dal 13 ottobre del 2006, quando arrivarono le prime minacce di morte da parte dei camorristi del clan dei casalesi, denunciati da lui in un esposto e durante una manifestazione per la legalità a Casal di Principe. Minacce proseguite dopo la pubblicazione di Gomorra.

Saviano ha risposto con un video su Facebook: «Le parole pesano, e le parole del Ministro della Malavita, eletto a Rosarno con i voti di chi muore per ’ndrangheta, sono parole da mafioso. Salvini è alla costante ricerca di un diversivo e attacca i migranti, i Rom e poi me perché è a capo di un partito di ladri: quasi 50 milioni di euro di rimborsi elettorali rubati».

Intanto è stata tolta la scorta all’ex pm Ingroia.

Notizie del giorno: Migranti, scontro con Macron

Continuano gli screzi tra il presidente francese Macron e il governo italiano: da un comizio in Bretagna, Macron ha dichiarato che “i populisti crescono in Europa come una lebbra, anche in Paesi in cui credevamo fosse impossibile vederli riapparire. I nostri amici vicini dicono le cose peggiori e noi ci abituiamo! Fanno le peggiori provocazioni umanitarie e nessuno si scandalizza”.

Non si sono fatte attendere le reazioni di Di Maio e Salvini: per il ministro del Lavoro e dello Sviluppo si tratta di “parole offensive e fuori luogo.  La vera lebbra è l’ipocrisia di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia e vuole farci la morale sul diritto sacrosanto di chiedere un’equa ripartizione”, mentre per il ministro dell’Interno “io lezioni da una Paese che ha l’esercito alla frontiera italiana non ne prendo”.

Sembrano migliorare invece le relazioni con la Germania: il premier Conte ha dichiarato di aver ricevuto una telefonata dalla cancelliera Merkel, preoccupata di una possibile defezione italiana dal vertice di domenica a Bruxelles. Merkel avrebbe chiarito che la “la bozza di testo diffusa ieri verrà accantonata”.

La bozza prevedeva che l’Italia avrebbe dovuto riaccogliere una quota di immigrati sbarcati sulle coste italiane e poi transitati verso altri Paesi Ue. Intanto proseguono le polemiche sugli sbarchi: Salvini ha posto il veto allo sbarco sulle coste italiane della nave Lifeline con a bordo 300 migranti.

Più informazioni su