RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Notizie del giorno: Gilet gialli e Di Maio

Notizie del giorno: il presidente francese Emmanuel Macron si è recato nei luoghi dove sabato la devastazione dei gilet gialli ha lasciato profonde ferite. Non è ancora finita l’inchiesta sull’abusivismo riguardante la famiglia Di Maio e inaugurata dalle Iene. 

Notizie del giorno: Gilet gialli in Francia

Il presidente francese Emmanuel Macron si è recato nei luoghi dove sabato la devastazione dei gilet gialli ha lasciato profonde ferite (TGCOM).

Da parte sua è arrivato quindi l’avviso che la giustizia si metterà presto in moto e che nessuno dei colpevoli dovrà rimanere impunito.

Allo stesso tempo Macron ha frenato lo scontro, rifiutando per il momento la richiesta di istituire lo stato d’emergenza proveniente dal ministro dell’Interno Christophe Castaner.

I rappresentanti dei cittadini in casacca gialla hanno mostrato a loro volta un approccio più collaborativo, accettando la possibilità di un incontro con il premier Edouard Philippe, ma chiarendo che sul tavolo rimangono le loro richieste da soddisfare “immediatamente e senza condizioni”: “Blocco dell’aumento delle tasse sui carburanti e annullamento della sovrattassa sulla revisione obbligatoria dei veicoli”.

Il bilancio della giornata di furia ha intanto registrato un incremento dei numeri: i fermi a Parigi sono stati 412 e i feriti 133, mentre gli incendi appiccati sono stati contati in 249 e le macchine devastate 112.

Notizie del giorno: Di Maio e le Iene

Non è ancora finita l’inchiesta sull’abusivismo riguardante la famiglia Di Maio e inaugurata dalle Iene. In una nuova puntata del programma televisivo è stato infatti ipotizzato che Luigi Di Maio possa incorrere nel reato di elusione fraudolenta, avendo fatto da prestanome per la ditta del padre, Ardima Costruzioni (ANSA).

La cessione della proprietà sarebbe stata attuata per evitare il pignoramento di Equitalia, con cui la società ha un debito di 176mila euro.

Tramite una complessa indagine, Le Iene avrebbero notato anche un gruppo di capannoni abusivi che Luigi Di Maio sosteneva fossero presenti “dalla Seconda guerra mondiale”, ma che secondo i giornalisti prima del 2002 non figuravano nelle foto satellitari. Gli stessi capannoni sarebbero stati utilizzati per feste della famiglia.

Il M5S ha difeso il proprio capo politico, parlando di accanimento mediatico e portando invece l’attenzione su un articolo di ieri del quotidiano La Verità, secondo cui Tiziano Renzi pagò in nero dei lavoratori.