RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Notizie del giorno. Ponte di Genova: protesta degli sfollati e Toninelli

Notizie del giorno: Ponte di Genova. Ieri il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha riferito alla Camera sul crollo del ponte Morandi di Genova. Il ministro ha affermato che “non sarà Autostrade a ricostruire il ponte. La ricostruzione sarà affidata a un soggetto pubblico, ma a pagare i costi sarà la società concessionaria Aspi”.

Notizie del giorno: la protesta degli sfollati del Ponte Morandi

Una cinquantina di sfollati che hanno casa sotto al Ponte Morandi si sono presentati ieri mattina al Consiglio Regionale a Genova per protestare durante la seduta congiunta dei rappresentanti di Comune e Regione. Motivo: l’incertezza sui tempi di consegna delle nuove abitazioni e l’impossibilità di recuperare gli effetti personali dai palazzi sotto al troncone est del viadotto.

Un’ampia rappresentanza delle 566 persone costrette ad abbandonare le case a rischio sotto il troncone del viadotto, si è presentata davanti alla Regione chiedendo interventi immediati e ottenendo il sostegno del vicepremier Luigi Di Maio: “Gli sfollati hanno pienamente ragione. Non si può lasciare in Italia la gente in balia delle elemosine di Autostrade”.

Immediata la replica del governatore ligure Giovanni Toti: “Le famiglie stanno tutte avendo un alloggio pubblico. E a tempo di record, grazie a Comune e Regione. I soldi che ricevono sono quelli decisi dal Governo quindi da Di Maio stesso. Se pensa che siano pochi… li aumenti subito”.

Il governatore ligure Toti ha annunciato che entro cinque giorni Autostrade presenterà il piano definitivo per la demolizione del ponte. Intanto a Roma, parlando alla Camera, Toninelli ha confermato che «non sarà Autostrade a ricostruire il ponte».

Il ministro ha anche detto di aver subito «pressioni interne ed esterne» sulla questione, frese che ha scatenato le ire del Pd.

Notizie del giorno: Ponte di Genova, Toninelli alla Camera.

Ponte di Genova: Ieri il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha riferito alla Camera sul crollo del ponte Morandi di Genova.

Il ministro ha affermato che “non sarà Autostrade a ricostruire il ponte. La ricostruzione sarà affidata a un soggetto pubblico, ma a pagare i costi sarà la società concessionaria Aspi”. Toninelli ha anche aggiunto di aver ricevuto “pressioni interne ed esterne” per cercare di bloccare la pubblicazione (poi avvenuta) dei dettagli economici della concessione.

Parole che hanno scatenato la reazione delle opposizioni, a partire dal Pd che ha chiesto al presidente di Montecitorio, Roberto Fico, di inviare alla procura i verbali con le rivelazioni del ministro.

La risposta di Autostrade non si è fatta attendere. Il Gruppo dei Benetton ha ricordato che, secondo quanto previsto dalla concessione, “la riparazione tempestiva delle infrastrutture” è uno degli obblighi del concessionario, quindi la costruzione comporterebbe alla stessa Autostrade, la quale avrebbe già contatti avanzati con la Regione Liguria e con Fincantieri per valutare la possibilità di partecipare alla realizzazione dell’opera.