RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Passera: “La classe intermedia vive un grande senso di precarietà”

Più informazioni su

Corrado Passera

Corrado Passera

Corrado Passera, leader di Italia Unica, riflette cosi’ sulla condizione del ceto medio e, intervistato da La Stampa. “La classe intermedia vive un grande senso di precarieta’. Crollano i pilastri su cui aveva costruito il proprio benessere”.

E poi sottolinea: “le tasse pesano senza dubbio, ma c’e’ molto altro purtroppo. Anzitutto, il pessimismo deriva dalla grande preoccupazione per i figli che non riescono a trovare lavoro. Questa recessione infinita ha distrutto la capacita’ dell’economia di creare occupazione e di dare una prospettiva ai giovani”.

L’ex ministro per lo Sviluppo economico critica l’ipotesi di una sforbiciata alle pensioni: “sono gia’ state toccate” durante il governo Monti, “prospettare adesso nuovi interventi, evocare nuovi sacrifici in fondo sempre sui soliti, che non sono ne’ troppo poveri ne’ troppo ricchi, e’ a mio avviso sbagliatissimo. Toglie ulteriori punti di riferimento. Fa da volano psicologico all’impoverimento del ceto medio”.

E spiega le sue proposte per invertire la rotta: “ricostruirei le condizioni della crescita”. “Bisogna rimettere in moto l’economia, ma non con i pizzicotti: qui servirebbe uno schiaffo fortissimo che dia il senso di una svolta vera sulle tasse, sul debito, sul lavoro. Partirei da misure per la famiglia e per la scuola”.

“Rimetterei in moto il mercato dei mutui”. “Andrei a rivedere il meccanismo dei ticket nella sanita’, in quanto – dice l’ex banchiere – chi lavora e ha un reddito paga il conto per tutti”.

Più informazioni su