RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

“Sapevano che eravamo squillo minorenni”

Più informazioni su

Ascoltata con l’aiuto di uno psicologo, una delle due ragazzine di 14 e 15 anni ha spiegato che l’uomo in realtà, sapeva benissimo qual’ era la loro vera età. Come si legge oggi su La Repubblica cronaca di Roma «Non ha mai voluto vedere i documenti, come per far capire che andava benissimo così» ha aggiunto l’adolescente. (…)
E nel frattempo l’indagine si allarga ad altre imputazioni e altri personaggi già nel mirino. Le due ragazzine erano cadute in un giro piuttosto esteso di prostituzione e di spaccio di droga e chi indaga sta cercando di delineare un traffico di cocaina e di hashish destinato sia alle baby prostitute che ai loro clienti.
E intanto gli inquirenti stanno lavorando anche sugli spostamenti dei clienti: al setaccio, oltre ai contatti telematici sul sito “Bakecaincontri », anche le spese con le carte di credito e i bancomat e gli spostamenti registrati ai caselli autostradali. Le targhe delle auto erano state annotate dai carabinieri durante gli appostamenti ai Parioli e, nei prossimi giorni, scatteranno, a raffica altre convocazioni in caserma.

Più informazioni su