RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Scambio embrioni: papà gemellini, un giorno sapranno verità

Più informazioni su

Lo dice, in un colloquio con la Stampa, il papa’ dei gemellini contesi, che oggi compiono un mese. “Sappiamo bene che in questo stesso momento c’e’ un’altra coppia che soffre. E nonostante io e mia moglie siamo riconosciuti dalla legge come il padre e la madre legittimi dei bambini, siamo profondamente dispiaciuti per l’ altra coppia”.

I bambini, sottolinea, “hanno diritto all’innocenza e alla serenita’ come tutti gli altri bambini. Certo siamo consapevoli che arrivera’ il giorno in cui dovremo raccontare loro che cosa e’ successo. E lo faremo. Ma oggi la nostra unica priorita’ e’ che possano crescere pacificamente”.

L’uomo dice che lui e la moglie sono “sbalorditi” dalla richiesta della coppia genetica di affidare temporaneamente i bambini a un istituto o a una casa famiglia: “Comprendiamo la sofferenza di quella coppia, ma sinceramente il bene dei gemelli viene prima di tutto. E il loro bene non consiste certo nell’ essere trasferiti in una struttura socio-sanitaria”.

Più informazioni su