RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

1000 persone alla presentazione del candidato a sindaco Mauro Mazzola. Il primo cittadino: “Vinceremo al primo turno”

Più informazioni su

Bagnodi folla il 4 aprile per il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola. 1000 personehanno riempito la sala dell’hotel “Brizi Country Chic” (messa a disposizionegratuitamente) e accompagnato con applausi a scena aperta l’intervento delprimo cittadino. «Noi ci siamo e vinceremo al primo turno, perché siamo unitimentre gli altri litigano e sono spaccati su tutto. – ha detto Mauro Mazzola -Come possono pensare di amministrare una città se non sono in grado di mettersid’accordo sull’uso di un simbolo o su un candidato a sindaco unitario. Siamopronti a continuare ad amministrare Tarquinia con onestà, trasparenza echiarezza. Abbiamo fatto tanto in tutti settori: dall’urbanistica ai lavoripubblici, dall’ambiente allo sport, dai giovani ai servizi sociali e dallosport alla cultura. Abbiamo dato il via libera a 36 ettari di zona industriale,che porterà migliaia di posti di lavoro. Abbiamo sbloccato il progetto perl’ampliamento del campo di golf, su cui ci saranno fatti investimenti privatiper 80.000.000 di euro. Abbiamo approvato il progetto di riqualificazione dellalocalità San Giorgio. Stiamo lavorando al nuovo PUCG, dopo 40 anni di attesa, eabbiamo realizzato 11 piani integrati. Abbiamo salvato l’ospedale dallachiusura e fatto investimenti per oltre 1.200.000 di euro. I nostri figlicontinueranno a nascere a Tarquinia. Abbiamo realizzato oltre 200 operepubbliche, investendo 18.000.000 di euro. Abbiamo portato la raccoltadifferenziata superando il 50%, con il porta a porta al 70%, e costruito 20chilometri di acquedotti e reti fognarie. Tarquinia è diventata la città dellacultura, la città del turismo, la città dei giovani, la città dello sport e lacittà degli eventi. Abbiamo assegnato 35 case popolari e investito nei servizisociali oltre 800.000 euro. Numeri che nessuno può smentire e provano la nostraattenzione all’interesse collettivo e non a quelli di parte. Chi ha provato acambiare rotta è stato cacciato. Non permetteremo che la città torni in manoalle lobby dei soliti noti. Mettiamoli definitivamente da parte».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.