RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

AEROPORTO CIAMPINO: PATANÈ, LUPI, DE LUCA,TERZULLI, MUZI, CIAMBERLANO: “AGIRE SUBITO”

Più informazioni su

aeroporto ciampino

aeroporto ciampino

“Non si può tollerare un giorno in più la situazione in cui versano i cittadini residenti nel VII Municipio, a Ciampino e Marino. Non si arresta, così come segnalato più volte dall’ARPA Lazio, il continuo sforamento dei limiti di inquinamento acustico previsti dalla legge ed è per questa ragione che, come da nostra richiesta, domani in commissione Ambiente alla Pisana verranno auditi i comitati e le associazioni territoriali impegnati sul tema”.

Affermano in una nota congiunta Eugenio Patanè e Simone Lupi, consiglieri PD della Regione Lazio, Athos De Luca, presidente dellaCommissione Ambiente di Roma Capitale, Giovanni Terzulli, Assessore al Bilancio – nonché candidato Sindaco alle primarie del Centro Sinistra per il Comune di Ciampino-, Marcello Muzi, Presidente del Consiglio Comunale di Ciampino, ed Emanuele Ciamberlano, Capogruppo Pd e candidato Sindaco alle primarie del Centro Sinistra per la Città di Marino.

“A conferma si aggiungono le rilevazioni dei medici del Servizio epidemiologico regionale che confermano i danni accertati alla salute di adulti e bambini.Per questi ultimi, inoltre, è stata rilevata un’associazione tra rumore aeroportuale e disturbi dell’apprendimento e della capacità di discriminazione uditiva. Ad aggravare una situazione già tragica contribuisce anche l’attivazione, con 11 anni di ritardo, della procedura di tutela ambientale e l’assenza di un Piano di contenimento e abbattimento del rumore che Aeroporti di Roma avrebbe già dovuto presentare a luglio 2013” si legge nella nota.

“Parere negativo è arrivato dalla Commissione Ambiente di Roma Capitale al piano di contenimento del rumore presentato da ADR. La salute dei cittadini è fondamentale e va tutelata con azioni concrete. Ecco perché è arrivato il momento di prendere seriamente in considerazione l’opportunità di intervenire urgentemente per la riduzione della previsione del numero dei voli stabilita dal Dlgs 13/2005, nonché di accelerare la presentazione del piano di contenimento e i relativi tempi di recupero” conclude la nota.

Più informazioni su