RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Franco Gilardi si ricandida a Stimigliano

Più informazioni su

franco gilardi

franco gilardi

Il Sindaco Franco Gilardi commenta a caldo la decisione unanime della maggioranza di sostenere la sua ricandidatura.

“Ringrazio tutti per la fiducia accordatami ed accetto con grande entusiasmo questa nuova avventura. La squadra di governo sarà tutta riconfermata; i candidati: Massimo Di Tommaso, Franco Antonini, Maria Grazia Sgro’, Fabio Bischetti, Ilario Di Loreto, Giuseppe Farinelli e Claudio Gerini. Purtroppo ci mancheranno Sauro Tulli e Simona Angelici che porteremo ugualmente nei nostri cuori. Abbiamo realizzato molti progetti durante la nostra legislatura, tra questi il non aver fatto più mancare l’acqua potabile nelle case dei cittadini grazie alla realizzazione di nuove cisterne e nuovi pozzi, la realizzazione di due nuovi parchi comunali, San Valentino e San Michele, l’isola ecologica, la realizzazione della nuova biblioteca multimediale, la nuova illuminazione delle vie del paese, la bitumatura di strade fatiscenti, l’apertura di nuovi parcheggi, l’apertura del primo asilo nido, la realizzazione di marciapiedi e di Piazza dei Ceramisti, la ristrutturazione del forno comunale; abbiamo inoltre perseguito il decoro urbano, chiuso al traffico il centro storico e realizzato la variante al nuovo piano regolatore.

Altri progetti realizzati di cui siamo orgogliosi sono l’apertura di due postazioni 118 con auto medica h24, dello Sportello Rosa di ascolto e dello sportello Salvamamme Salvabebé, e la realizzazione di stages e tirocini formativi che hanno dato modo di abbattere le barriere concettuali e portare i giovani nella casa del popolo. Inoltre siamo l’unico comune del Lazio e tra i pochi in Italia dove non si è pagata l’IMU sulla prima casa. Il nostro obiettivo oggi è quello di presentare agli elettori un programma intercomunale condiviso con più comuni costituendo una vera e propria rete dove i cittadini pagano le stesse tasse e hanno gli stessi servizi, un patto per la Sabina, per difenderci dalla politica che considera soltanto i numeri.

Credo che il compito degli amministratori locali sia quello di mettere insieme le idee, non le ideologie, di riconoscere i reali problemi dei cittadini e soprattutto di fare tutto il possibile per risolverli. Nei piccoli comuni non siamo chiamati a discutere di temi etici, ma abbiamo il compito, diverso ma altrettanto importante, di risolvere i bisogni quotidiani della gente.

Per fare questo non serve guardare alle tessere di partito, ma avere buona volontà e sentire il dovere di occuparsi dei problemi dei cittadini, di mantenere gli impegni presi con loro anche quando non sono piu’ elettori. Questo è il nostro modo di pensare, questo è stato e sara’ ancora il nostro modus operandi, ciò che ha contraddistinto la nostra lista “UNITI PER CRESCERE INSIEME”, ma non ci piace adagiarci bensì impegnarci in nuove sfide. Abbiamo un sogno nel cassetto: portare l’Europa in Sabina, per creare nuove opportunità per i giovani e per le aziende, nuovo ossigeno. Per fare questo abbiamo bisogno che anche gli altri comuni comprendano non solo l’esigenza ma la necessità, di unirsi, di mettersi insieme per non essere sopraffatti e indeboliti dalle politiche dei grandi numeri; da soli si muore. E’ sicuramente un grande sogno, o forse un sogno grande, quello di vedere la Sabina unita, ma a noi piace sognare in grande, altrimenti a cosa servono i sogni?”.

Più informazioni su