RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Patrizi su Videocon e Formazione

Più informazioni su

Comprendo che le questioni relative al Consiglio Provinciale destino molto interesse,
anche quando si tratta di fatti i cui contorni non siano neanche ben definiti”.

E’ quanto dichiara il Presidente F.F. della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi.

Credo, però, che interesse maggiore debbano destare ben altre faccende. Problemi serissimi che non sono scomparsi e non scompaiono con il cupio dissolvi dei consessi politico-amministrativi e che, anzi, finiranno per essere addirittura acuiti dall’assenza di una classe politica che possa ancora svolgere il proprio ruolo fino in fondo.

Questa mattina, nell’aula consiliare della Provincia, ho ricevuto una folta delegazione dei lavoratori della ex Videocon. Ieri, sempre nel Palazzo della Provincia, si è tenuta una importante riunione anche con le rappresentanze sindacali, alla presenza dell’Assessore al ramo Scaccia, per affrontare il problema, sempre più pressante, dell’approvvigionamento delle risorse per la Formazione.

Ritengo molto importante richiamare l’attenzioni su simili questioni perché si tratta di problematiche molto pressanti. Con i lavoratori ex Videocon, i quali riconoscono l’importanza del ruolo della Provincia di Frosinone, ente che attraverso il suo Comitato per lo Sviluppo economico ha avviato procedure essenziali e concrete per ottenere la possibilità di investimenti e, di conseguenza, una riconversione dell’ insediamento produttivo anagnino, abbiamo già stabilito di portare sul tavolo del prossimo Assessore alle Politiche del Lavoro della Regione Lazio, non appena sarà stato individuato, il loro problema ancora irrisolto ma che si giova di un percorso già tracciato e avviato presso tutte le sedi governative, sia nazionali cheregionali.

Con la medesima tempestività agiremo presso la Regione Lazio anche per quanto attiene alle questioni della Formazione. Lo stesso accadrà per tutti gli altri problemi legati al reperimento delle risorse che riguardano il nostro territorio. Che esistano le province o meno, che tali enti sianoo meno commissariati, che i loro presidenti siano o meno eletti dal popolo, le esigenze di risorse e di iniziative per rilanciare questi territori non cambieranno.

E tali esigenze sono ogni minuto più pressanti, a fronte di una crisi che più mordace non potrebbe essere.

I cittadini della provincia di Frosinone sanno già bene che la Regione Lazio non ha ancora erogato risorse già destinate a questi territori per decine e decine di milioni di euro. E non mi riferisco alle famose risorse che spetterebbero al territorio ma che “erroneamente”, diciamo così, non gli vengono riconosciute, ma alle spettanze definite, al poco che viene riconosciuto.

E’, in sintesi, questo il problema dei problemi del quale, avendone la responsabilità che i cittadini ci hanno conferito, dobbiamo occuparci senza dimenticarlo neanche per un istante”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.