RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

POMEZIA/CENTROSINISTRA. INCONTRI CON CGIL E UIL.

Più informazioni su

Omero Schiumarini

Omero Schiumarini

Lavoro. È stato questo il tema che la ha fatta da padrone in questi ultimi due giorni di campagna elettorale del candidato Sindaco del centrosinistra Omero Schiumarini.

L’occasione è stata duplice, da una parte giovedì il convegno “Ripartiamo dal lavoro”, organizzato dal Partito Democratico e al quale ha partecipato il segretario CGIL della Camera del Lavoro Roma Sud-Pomezia-Castelli Giuseppe Cappucci; dall’altro l’incontro di oggi pomeriggio con il responsabile territoriale della UIL Fabrizio Franceschilli e i responsabili di alcuni dei comparti di cui il sindacato si occupa.

Durante i due incontri Schiumarini ha annunciato la sua volontà di istituire – per la prima volta nel Comune di Pomezia – un assessorato al lavoro. “Tale assessorato – ha spiegato il candidato – servirà ad offrire una figura certa che, con professionalità e competenza, possa interfacciarsi con costanza con le sigle sindacali, i lavoratori e le imprese, al fine di trovare risposte alla crisi occupazionale”. “Ma non solo questo – ha proseguito Schiumarini –, sarà infatti un elemento di collegamento con gli altri settori dell’Ente così da seguire le pratiche che riguardano l’avvio di nuove imprese, le richieste di intervento sui siti già esistenti, dando così tempi certi a quelle che sono le richieste, favorendo la facilitazione burocratica che troppe volte grava sullo sviluppo delle imprese”.

Schiumarini ha poi spiegato quali sono, secondo lui, i punti di partenza per il rilancio dell’economia del territorio e quindi dell’occupazione, seguendo le linee guida indicate dall’Europa.

“Dovremmo puntare sullo sviluppo dei servizi legati al terziario per una riconversione industriale” ha detto il candidato. “Da una parte puntiamo quindi al distretto turistico, nel quale il nostro Comune è già entrato, secondo dopo la sola Roma. Questo darà l’opportunità di portare allo sviluppo delle imprese attraverso una serie di agevolazioni fiscali e di finaziamenti”.

“Dall’altra – ha continuato – dovremmo creare un distretto industriale che, tramite il potenziamento dell’interporto sull’asse Reggio Calabria – Torino, consenta l’approvvigionamento di merci alle aziende che, risparmiando sul costo del trasporto (finora per lo più su gomma), potranno reinvestire questi capitali”.

Sempre per quanto riguarda l’Europa, come suggerito anche da Cappucci, fondamentale sarà per Schiumarini agganciarsi ai fondi comunitari 2014-2020 che porterebbero risorse importanti per il territorio.

Altro elemento che Schiumarini ha toccato è quello legato alle agevolazioni per le imprese, ad oggi sottoposte ad una tassazione elevata per quanto riguarda Imu e Tares. “Andrà rivisto il regolamento relativo” ha dichiarato il candidato.

Infine un passaggio, così come proposto dalla UIL, c’è stato sul patto antievasione. “Aderiremo a questo patto promuovendo già nei primi giorni di governo una forte azione contro gli evasori. Con le risorse recuperate – si è impegnato Schiumarini – finanzieremo il sociale”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.