RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Provincia, Bertucci (Pdl): “Zingaretti sindaco? Venderebbe il Colosseo”

Più informazioni su

“Se da presidente della Provincia Zingaretti ha voluto svendere il patrimonio immobiliare dell’Ente, visto che vorrebbe fare il sindaco di Roma dovremmo temere che metta in vendita il Colosseo? O magari la Fontana di Trevi come Totò”. Lo ha dichiarato il consigliere provinciale Pdl Marco Bertucci che ha denunciato le “azzardate strategie immobiliari decise dal presidente Zingaretti, segnali allarmanti da chi si dice pronto a lanciarsi nelle primarie del Pd per diventare candidato sindaco di Roma Capitale ed evidentemente procedere con la svendita del patrimonio capitolino. Insomma non mi stupirei se nei progetti di Zingaretti ci fosse davvero il tentativo di far affiggere i cartelli “vendesi” sulle facciate del Colosseo o del Campidoglio, d’altronde è quello che sta facendo con i palazzi storici della Provincia”.
“Infatti in un momento di crisi economica generalizzato come quello attuale penso sia totalmente folle impegnare le casse dell’amministrazione provinciale per l’acquisto di una nuova sede da 263 milioni di euro. Di questo passo la megalomania di Zingaretti lo porterà a pretendere un ufficio anche al Cupolone. Oltre alla nuova sede alla torre futuristica all’Eur-Torrino, in periferia – ha proseguito Bertucci – non si può soprassedere sulla volontà di questa amministrazione di centrosinistra di cedere i beni immobiliari della Provincia. Palazzi storici e di grande valore, che saranno svenduti non tanto per sanare il grande debito dell’Ente ma per permettere a Zingaretti di spostare uffici e personale nella torre dorata. Un’operazione che rischia di mettere in ginocchio lo stato finanziario della Provincia di Roma, e di creare pesantissimi disagi alla macchina amministrativa tutta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.