RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

REGIONE, AVENALI (PL): “OGGI PRESENTATE LE BUONE PRATICHE AMBIENTALI NELLA P.A.”

Più informazioni su

Cristiana Avenali

Cristiana Avenali

Entro il 2014 l’Italia dovrà adeguarsi alle normative europee in tema di rispetto dell’ambiente nella pubbliche amministrazioni. Il Gruppo consiliare Per il Lazio, proprio in vista di questi cambiamenti che dovranno essere apportati alle procedure ed al funzionamento degli appalti, ha voluto organizzare un seminario sul tema.  All’iniziativa, che si è svolta questa mattina in Regione Lazio, moderata da Cristiana Avenali, consigliera di Per il Lazio, sono intervenuti anche  Fabio Refrigeri, Assessore Ambiente, Riccardo Valentini, Capogruppo Per il Lazio e Nadia Cipriani, Responsabile Piccoli Comuni per ANCI Lazio. Si sono susseguiti una serie di interventi da parte di esperti del settore: Stefano Ciafani, vicepresidente nazionale di Legambiente, Paolo Fabbri di Punto 3 Srl, società di consulenza per lo sviluppo di politiche di sostenibilità ambientale e di Daniela Riganelli e Maria Teresa Riolo di Novamont.

Durante il seminario, che si colloca all’interno della settimana europea di riduzione dei rifiuti,

è stato presentato il “Piano D’azione Nazionale per il Green Pubblic Procurement”.

Il Piano, approvato in Italia nel 2008 e aggiornato nell’aprile scorso, rientra nel quadro di una specifica politica europea volta a rafforzare l’uso degli appalti pubblici per raggiungere obiettivi strategici di carattere ambientale e sociale.

Durante il dibattito è stato ribadito che almeno 50% degli appalti pubblici, entro il 2014, dovranno rispettare i criteri basati sugli acquisti verdi. Obiettivo che non è stato raggiunto dall’Italia a differenza dei Paesi Scandinavi e dell’Inghilterra già nel 2010.

“Anche le Regioni – spiega Cristiana Avenali in una nota, consigliera di Per il Lazio – è fondamentale che facciano la loro parte per il raggiungimento dell’obiettivo stabilito nazionalmente. E la Regione Lazio, dopo anni di silenzio, in questi primi mesi di lavoro ha delineato un percorso serio e concreto in questa direzione. Grazie al lavoro dell’assessore Refrigeri la Regione ha dimostrato di essere sensibile ai temi ambientali, approvando il 1 agosto scorso una delibera di Giunta che ha definito prioritari questi interventi, dando incarico agli uffici competenti di definire un Piano d’azione regionale per la sostenibilità ambientale dei consumi nel Lazio e l’applicazione del GPP,

Acquistare verde significa ridurre gli impatti sull’ambiente ma anche sulla salute. Significa anche ridurre i costi in tutte le fasi dei servizi ed opere oggetto dell’appalto, dall’acquisto allo smaltimento, e razionalizzare gli acquisti. Così come hanno dimostrato uno studio dell’Unione europea e le buone pratiche messe già in campo da oltre un centinaio di amministrazioni locali. Si tratta di comprare carta da riciclo o proveniente da foreste certificate, prodotti elettronici a basso consumo energetico, utilizzare auto a bassa emissione di CO2, rendere i palazzi istituzionali sostenibili dal punto di vista energetico e ambientale, utilizzare nei servizi di ristorazione cibo fresco e stagionale o biologico, oppure proveniente dal mercato equo e solidale”.

“Il seminario – prosegue Avenali – rivolto principalmente agli Enti Parco ai piccoli Comuni, interessati ad azioni  per la diffusione di una nuova modalità di gestione della Cosa Pubblica, basata sul rispetto dell’ambiente e sul risparmio, indispensabile in una situazione di crisi come quella che viviamo. La strada intrapresa dal governo Zingaretti – conclude – con il Piano d’azione regionale sui GPP e verso la costruzione di una Agenda verde regionale, va in questa direzione. Questa credo sia la via maestra, la più lungimirante, per sostenere un’economia verde, come ci dimostrano  Paesi e Regioni che su questa via si sono già avviati”.

Più informazioni su