Quantcast

Scuola – “Studenti discriminati, assembramenti, caos” foto

Più informazioni su

    Scuola – Pro Vita & Famiglia: «Si riparte: studenti discriminati e assembramenti con code e caos. La priorità è il Green Pass o il benessere dei nostri figli?» –

    «“Il dirigente non ha permesso a nostro figlio di entrare, perché noi non potevamo accompagnarlo in classe”/ “Non sappiamo ancora se nostro figlio potrà fare l’inserimento” / “Abbiamo chiesto al dirigente di inviarci qualcuno al cancello ma ci è stato risposto che dobbiamo risolvere da soli!” / “Caos e assembramenti fuori dalla scuola!”».

    «Sono alcune delle segnalazioni che da tutta Italia ci stanno pervenendo in questo primo giorno di scuola» la denuncia di Maria Rachele Ruiu, responsabile scuola di Pro Vita & Famiglia. «La discriminazione che sta avvenendo degli studenti con genitori senza Green pass è inaccettabile. La distribuzione delle mascherine insicure alle scuole certifica il pressappochismo con cui il Governo ha deciso di occuparsi del benessere dei nostri figli».

    «Mentre all’estero, l’Inghilterra fa dietrofront sul Green Pass per tornare alla normalità, in Italia la scuola riparte tra caos, code e incertezze. Tutto questo mentre la politica sta giocando a prospettare la situazione più dura e restrittiva possibile, creando ancora più confusione e paura. E’ indecente che le famiglie oggi ancora non sappiano cosa ne sarà dei loro figli», fa eco Jacopo Coghe (nella foto), portavoce di Pro Vita & Famiglia.

    «Chiediamo rispetto per le famiglie, per i legittimi timori e dubbi sul Green pass e per la voglia di tutti di ritorno alla normalità, in sicurezza. Non faremo un passo indietro – conclude Coghe – finché non ci saranno tamponi salivari gratuiti, sistemi di aerazione e distanziamento. Invitiamo i genitori a continuare a segnalarci casi di soprusi e discriminazioni».

    Più informazioni su