RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Notizie del giorno: il caso Genova e sfida alla UE

Notizie del giorno. Il ministro dei Trasporti, Toninelli, nell’audizione al Senato ha riferito sul Ponte Morandi a Genova. Scontro tra Italia ed Europa sui contributi a Bruxelles. Il commissario Ue al Bilancio, il tedesco Gunther Oettinger attacca sostenendo che Roma non versa affatto 20 miliardi l’anno, ma 3 netti.

Notizie del giorno: il caso Genova e il ministro Toninelli

News. “Bisogna smettere di inseguire le emergenze e bisogna ricominciare a programmare gli interventi per evitare che eventi di questo genere vengano a determinarsi”. Così il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli in audizione alle commissioni riunite VIII di Camera e Senato in seguito al crollo del Ponte Morandi a Genova (ANSA).

Il ministro dei Trasporti, Toninelli, nell’audizione al Senato ha riferito sul Ponte Morandi a Genova e, in linea con il vicepremier Di Maio, si è detto convinto che l’unica soluzione sia far tornare le autostrade nelle mani dello Stato ribadendo anche che il ponte sarà ricostruito da Fincantieri e Cassa depositi e prestiti. Toninelli ha poi assicurato che è nelle intenzioni di questo governo rivedere integralmente il sistema delle concessioni.

Ieri intanto la società Autostrade, con una mossa a sorpresa, ha reso pubblico il piano segreto, parte integrante della convenzione firmata nel 2007 tra il gestore e lo Stato, che contemplava ricavi garantiti per il concessionario.

Filtra anche la notizia secondo cui Autostrade, sulla base della convenzione, sarebbe intenzionata a rivendicare a sé la ricostruzione dell’infrastruttura crollata.

Notizie del giorno: sfida alla Ue sui contributi

Ultime notizie. “Dobbiamo correggere le cifre” che il vicepremier Luigi Di Maio ha dato sul contributo italiano all’Ue, “non sono 20 miliardi all’anno”, questa cifra “è una caricatura”.

Lo ha ribadito il commissario Ue al bilancio Guenther Oettinger ricordando che “l’Italia paga 14, 15, 16 miliardi l’anno ma se si prende in conto quel che ricevono dal bilancio Ue, questo lascia un contributo netto sui 3 miliardi l’anno” (TGCOM).

Scontro tra Italia ed Europa sui contributi a Bruxelles. Il commissario Ue al Bilancio, il tedesco Gunther Oettinger attacca sostenendo che Roma non versa affatto 20 miliardi l’anno, ma 3 netti, per lui la minaccia italiana del blocco dei contributi è solo una farsa.

Replica il ministro Luigi Di Maio, pronto a porre il veto al bilancio europeo e deciso a violare il tetto del 3% di deficit se questo si rendesse necessario per varare misure ritenute essenziali come il reddito di cittadinanza.

Ad accrescere la tensione politica già alta, oggi in prefettura a Milano ci sarà il discusso incontro di Salvini con il primo ministro ungherese Orban: obiettivo comune dei due leader è ridurre il peso di Bruxelles.

In un vertice ufficiale a Palazzo Chigi, invece, il premier Conte, anche lui impegnato nella ricerca di partner “alternativi” in Europa, riceverà il primo ministro ceco Andrej Babis.