Tutti in piazza per il clima: cortei in diverse città italiane foto

Più informazioni su

ROMA

Roma – Greta Thunberg chiama e per la terza volta gli studenti romani rispondono. E piazza della Repubblica così gremita raramente si era vista in questi anni. Colori, cori, maschere e addirittura un dinosauro che si fa spazio tra la folla. Ma la fantasia dei ragazzi si manifesta soprattutto nei cartelli: ‘We want a hot girl, not a hot climate’ o ‘Vi siete goduti le stelle e ci avete lasciato il cielo a pecorelle’, solo per citarne alcuni. Sono i ragazzi del Fridays for future, la manifestazione di scala mondiale ispirata dalla 16enne svedese, per combattere i cambiamenti climatici.

BOLOGNA: “NON CI GIUSTIFICATE”

“A chi dice di volerci giustificare le assenze da scuola diciamo di giustificarci adesso la Tav, l’Ilva, i bambini che a dieci anni muoiono di cancro. Non ce ne frega niente della giustificazione”. Lo ripetono spesso gli oltre 4.000 ragazzi e studenti partiti in corteo da piazza San Francesco, a Bologna, in occasione del terzo sciopero globale per il clima. Il riferimento è alla decisione del ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, che ha dato indicazioni agli istituti scolastici di giustificare l’assenza da scuola degli studenti che avrebbero preso parte alla manifestazione.

“Anche Merola (Virginio, sindaco di Bologna) si è fatto bello con i Fridays for future quando Bologna è una città inquinatissima e non si fa altro che portare avanti di disboscamento, come i Prati di Caprara“, continuano polemici i ragazzi in prima fila al corteo, più grandi di quelli invece in coda, tra i quali si vedono molti bambini accompagnati dai genitori. A metà strada si fermano per farsi sentire davanti alla sede di Tper in via Marconi, e le proteste sono tutte verso l’aumento del recente prezzo del biglietto dell’autobus da 1.30 euro a due. “La nostra richiesta, tra le altre, è quella di avere una mobilità il più possibile ecologica e accessibile. Aumentano il biglietto quando noi chiediamo trasporti gratuiti per tutti”, dice Davide di Fridays for future Bologna.

Il corteo continua a sfilare in via Marconi dove poi proseguirà fino a piazza Verdi al grido di “la nostra lotta non si può fermare”. Tanti colori e cartelli, tra cui uno anche ‘personalizzato’ per il capoluogo dell’Emilia-Romagna: save the planet is the only one with tortellini.

PARTITO A NAPOLI IL CORTEO GLOBAL STRIKE FOR FUTURE

E’ partito poco dopo le 10 da piazza Garibaldi a Napoli il corteo Global strike for future con migliaia di studenti e cittadini in piazza a scioperare contro i cambiamenti climatici. La manifestazione percorrerà corso Umberto I e via Monteoliveto per raggiungere piazza Dante.

In Campania, dove si sciopera anche negli altri capoluoghi di regione, si rivendica anche una maggiore attenzione per il territorio della Terra dei fuochi con politiche ambientali più serie e rigorose.

Sono giunti a piazza Garibaldi migliaia di ragazzi provenienti da tutta la provincia che ora sfilano con tanti cartelli colorati, un fiume in piena che ha letteralmente invaso la piazza e il vicino corso Umberto.

Più informazioni su