Quantcast

Ad Amsterdam vittoria pesante della Roma: battuto 2-1 l’Ajax

Roma – Andata dei quarti di finale di Europa League e Roma che va a far visita al terribile Ajax di ten Hag priva di diversi titolari come Mkhitaryan, Smalling e Karsdorp. Olandesi in campo col terzo portiere e senza Blind infortunato.

Ci prova Cristante
Al quarto d’ora prima vera occasione per i giallorossi, con un batti e ribatti dentro l’area che viene risolto dal potente destro da fuori area di Cristante, con Scherpen che devia in calcio d’angolo.

Infortunio per Spinazzola
A metà primo tempo, dopo un ottimo inizio di partita con ben quattro affondi molto pericolosi sulla sinistra, Leonardo Spinazzola deve alzare bandiera bianca per via di un problema all’adduttore, lasciando il campo al redivivo Calafiori.

Si vede l’Ajax
Giunti alla mezz’ora grande palla goal anche per i lancieri, con Tadic che viene innescato da Antony, si libera della marcatura di Ibanez e prova il sinistro sul palo lontano, con il pallone che termina largamente sul fondo complice l’azione di disturbo di Cristante.

Ajax in vantaggio
A cinque minuti dall’intervallo gli olandesi sbloccano il punteggio su un gigantesco errore della difesa romanista: Diawara appoggia corto all’indietro per Mancini con il difensore che, colto in controtempo, indietreggia concedendo troppo spazio a Klaassen, il quale scambia con Tadic per poi segnare a porta sguarnita.

Rigore per l’Ajax
Dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa la Roma rischia di suicidarsi: errore in impostazione, Tadic recupera palla e viene steso in area da Ibanez. Sul dischetto si presenta lo stesso Tadic, il quale calcia un bruttissimo rigore centrale che viene agevolmente respinto da Pau Lopez.

Pareggia Pellegrini
Dopo il rigore la Roma si scuote, alzando ritmo e baricentro. Poco prima del sessantesimo Pedro viene steso al limite dell’area da Timber, Pellegrini si incarica della battuta del calcio di punizione e, complica un incredibile errore di Scherpen, trova il goal del pareggio.

Pau Lopez risponde presente
Nei venti minuti successivi l’Ajax crea diverse palle goal: ci provano il neoentrato Broebby, due volte Tadic e Antony, ma in tutte le circostanze il portiere spagnolo si fa trovare pronto.

Ibanez segna nel finale
Quando mancano tre minuti al triplice fischio la Roma vince la partita: calcio d’angolo battuto da Pellegrini, Martinez spizza senza allontanare abbastanza e Ibanez stoppa di petto per poi calciare col sinistro un missile sotto la traversa.

Vittoria fondamentale
La Roma vince ad Amsterdam non senza faticare: tanti errori in fase di appoggio e impostazione, ma anche qualche sofferenza di troppo quando l’Ajax attaccava. Partita nel complesso buona da parte dei giallorossi, che mantengono una buona lucidità per quasi tutta la partita. Ritorno tra sette giorni all’Olimpico, ma attenzione ad un Ajax che ha dimostrato di saper essere molto pericoloso.

Andrea Trupiano