Al Bentegodi è 0-0 tra Roma e Verona, Fonseca stecca la prima

Roma – Comincia ufficialmente la stagione 2020-21 della Roma che, nonostante sia un cantiere aperto con Dzeko prossimo sposo della Juventus e Smalling ancora prigioniero del Manchester United, si appresta ad affrontare un Verona non al meglio sotto gli occhi vigili di Dan e Ryan Friedkin, presenti in tribuna.

Ci provano Mkhitaryan e Pedro
Poco dopo il quarto d’ora di gioco doppia occasione per i capitolini: prima Pedro serve Mkhitaryan, ma la conclusione dell’armeno viene ribattuta dalla difesa scaligera, poi Karsdorp recupera la sfera e la porge all’ex Barcellona e Chelsea che però da fuori area fa esplodere un destro che termina abbondantemente alto.

Ancora Mkhitaryan fuori di poco
Al venticinquesimo minuto grandissima occasione per i giallorossi, con Spinazzola che sulla sinistra arriva a fondo campo,  entra all’interno dell’area di rigore e mette verso il centro un pallone basso sul quale si avventa Mkhitaryan, la cui conclusione termina di pochissimo fuori alla destra di Silvestri.

Risponde il Verona con Tupta
Passano un paio di minuti e il Verona si fa vedere dalle parti di Mirante, con Dimarco che dalla sinistra crossa verso il centro dell’area romanista, il pallone arriva sul destro di Tupta che dal limite dell’area lascia partire un piattone di prima intenzione che finisce tra i guantoni dell’estremo difensore giallorosso.

Mkhitaryan sprecone
A cinque minuti dall’intervallo occasione colossale per la Roma ma Mkhitaryan, lanciato a rete e ormai giunto a tu per tu con Silvestri, si allarga troppo restringendo lo specchio della porta e facendosi ipnotizzare dall’estremo difensore veronese.

Traversa Hellas con Di Carmine
E’ quasi il quarantacinquesimo quando Faraoni scarica al limite per Tameze, il quale lascia partire una conclusione che dopo la deviazione di Mirante termina sulla traversa e rimbalza in campo, sulla ribattuta Cristante libera un attimo prima che Di Carmine riesca a depositare in rete.

Faraoni non inquadra la porta
Dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa altra grande occasione per i padroni di casa, ma Faraoni dopo aver saltato Mirante in uscita si allarga troppo e da posizione defilata non riesce a inquadrare la porta, con il pallone che attraversa tutto lo specchio senza trovare una ribattuta vincente.

Di Carmine spara alto di testa
Poco dopo l’ora di gioco ennesima occasionissima per i padroni, stavolta con Di Carmine che tutto solo a centro area non sfrutta al meglio un ottimo cross dalla destra di Tameze, spedendo di testa il pallone alto sopra la traversa della porta di Mirante.

Ci prova Pellegrini
Alla mezzora si fa rivedere la Roma dalle parti di Silvestri: Veretout dalla sinistra serve ottimamente Pellegrini, che dal limite dell’area cerca il piazzato con il destro trovando però la pronta risposta dell’estremo difensore scaligero.

Dimarco coglie un doppio legno
A dieci minuti dalla fine ci prova dalla distanza Dimarco, ma la conclusione di collo esterno del laterale basso veronese coglie prima la traversa e poi il palo alla sinistra di un battuto Mirante.

Traversa di Spinazzola
Dopo il doppio legno gialloblu arriva anche il legno giallorosso, colpito da Spinazzola con un gran destro al volo dal limite dell’area.

Un tempo per parte
Dopo un primo tempo in cui la Roma ha giocato meglio e fatto intravedere un buon fraseggio in avanti soprattutto tra Pedro e Mkhitaryan, nella ripresa è il Verona a prendersi i riflettori e a mettere seriamente in difficoltà gli uomini di Fonseca, facendo uscire un pareggio tutto sommato giusto per quanto visto nell’arco dei novanta minuti. Squadra incompleta la Roma, che da domani fino al prossimo impegno contro la Juventus dovrà cercare di chiudere alcune importanti operazioni di mercato, come quelle legate a Milik e a Smalling.

Andrea Trupiano