RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Andreazzoli: “Potevamo portare a casa i tre punti, peccato”

Più informazioni su

Le parole del tecnico giallorosso Aurelio Andreazzoli dopo il pari dello Stadio Friuli:

 

“Potevamo portare a casa tre punti, peccato. Il gol sbagliato da Osvaldo a fine gara? Credo che sia stato un errore individuale e tecnico che però ci sta nel calcio: di cose simili ne ho viste a centinaia facendo questo mestiere. Siamo rammaricati noi quanto lui per la rete sbagliata, ma, ripeto, sono cose che succedono in questo sport: un errore può capitare agli attaccanti così come ai difensori. Peccato, è andata così, ma noi abbiamo fatto il possibile e non sempre si ottiene ciò che si vorrebbe.

Abbiamo avuto avuto subito una bella occasione con Florenzi e poi siamo riusciti ad andare in vantaggio. Subito dopo in effetti abbiamo avuto delle situazioni di gioco che se fossero state giocate al meglio avrebbero potuto farci raddoppiare. Abbiamo fatto degli errori anche tecnici in tal senso, così come ne hanno fatti i giocatori dell’Udinese, ma anche il campo non era perfetto stasera, me lo hanno confermato i ragazzi.

Se con la superiorità numerica potevo osare di più? Ci abbiamo pensato, ma credo che l’importante per una squadra è avere un assetto ben definito. Non ho tolto subito un difensore per un attaccante, è vero, ma comunque diverse volte sia Castan che Piris hanno accompagnato la manovra in avanti palla al piede: io credo infatti che una squadra ha maggiori possibilità di fare gioco mantenendosi in avanti con un certo equilibrio piuttosto che mettendo un uomo in più davanti, che potrebbe invece favorire le ripartenze degli avversari facendo trovare la squadra impreparata al contropiede. Nella parte finale di gara abbiamo comunque fatto qualcosa in questo senso, mettendo fuori un centrocampista e inserendo un attaccante: avevamo così di nuovo tre giocatori fissi in avanti, ma il costrutto di questa situazione non è purtroppo stato degno di nota.

Se il gol preso mi ha fatto arrabbiare? Guarda, ho visto l’azione solo dal campo finora e la rivedo adesso. Credo che se errore c’è stato si è verificato prima della scivolata di Burdisso. Lo sbaglio c’è infatti stato da parte del centrale di destra che non ha seguito l’uomo costringendo Nico ad uscire in quel modo. Ci è cioè saltata tatticamente la copertura e sappiamo tutti bene che in Serie A quando fallisci tatticamente paghi quasi sempre. Così è stato anche questa sera.

Se l’idea di tenere Osvaldo in panchina era per sfruttare gli inserimenti di Florenzi? Sì, l’idea era quella, ma non solo per utilizzare le incursioni Alessandro, che tra l’altro ha fatto benissimo quanto richiestogli, ma anche per sfruttare i due esterni e Lamela trequartista: queste ultime cose si sono forse verificate un po’ meno. Forse abbiamo interpretato male i tentativi di inserimento, perdendo a volte un po’ troppo tempo e anche diversi palloni, quando invece in diverse occasioni con due tocchi potevamo ottenere con semplicità quello che volevamo. Ma le difficoltà del campo e di un’avversario importante come l’Udinese ci hanno poi messo del loro in questo nostro non riuscire a portare a termine i nostri progetti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.