RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

AS Roma femminile: vittoria da grande contro una grande, sbancata Firenze

Roma – Capolavoro Roma a Firenze. Le giallorosse di Betty Bavagnoli sbancano il Gino Bozzi con il più classico dei risultati all’inglese: 0-2 con un gol per tempo.  A decidere la partita sul campo delle vice campionesse d’Italia sono Annamaria Serturini nella prima frazione e Andrine Hegerberg nella seconda. In mezzo sacrificio, sofferenza, tenacia e un pizzico di fortuna che non guasta mai.
Non era semplice presentarsi in trasferta in uno degli impianti più difficili della serie A dovendo cercare di riscattare i 3 gol ancora sul groppone di domenica scorsa. Eppure le ragazze romaniste non hanno tremato dinanzi un avversario sulla carta più forte, ma che alla fine ha dovuto lasciare i 3 punti sulla strada della Capitale.

La novità più importante è senza ombra di dubbio l’avvicendamento tra i pali fra Rosalia Pipitone e Camelia Ceasar, scelta determinante quando il direttore di gara assegna un calcio di rigore a favore delle padrone di casa. Dal dischetto si presenta Tatiana Bonetti, ma l’attaccante viola viene ipnotizzata dall’estremo difensore arrivato nella Capitale durante il calciomercato estivo, abile a respingere il tiro dagli 11 metri e mantenere le sorti della gara in perfetta parità.
Prima dell’intervallo ci pensa Serturini a mettere a referto il primo centro all’attivo della Roma. L’esterno giallorosso fa partire un missile di cuoio dal suo piede destro, lasciando di stucco una incolpevole Durante e portando a sorpresa in vantaggio le ospiti.
La calciatrice classe 1998 trova la prima realizzazione sua e di squadra, proprio come lo scorso campionato realizzo il primo sigillo della neonata sezione femminile dell’AS Roma contro il Sassuolo.

Nella ripresa fallaccio di Breitner su Bonfantini. L’entrata a gamba tesa sull’altro esterno della Roma decreta l’espulsione diretta per la calciatrice viola, lasciando le sue in 10 e rendendo ancora più difficile il compito di rimonta.
Il colpo del KO lo appone però Andrine Hegerberg, sorella del Pallone d’oro Ada e arrivata in Italia dal Paris Saint Germain. La centrocampista norvegese è lesta a gettarsi su un pallone respinto corto da Durante e portare a 2 le reti di vantaggio.
Il finale di gara vede la Fiorentina spingere nonostante l’uomo in meno, ma non basta. Per Bavagnoli e le sue calciatrici arrivano sudati e voluti i 3 punti, ottenuti con grande caparbietà contro una delle 3 big del campionato.
Prossimo appuntamento al Tre Fontane il fine settimane del 12/13 ottobre, prima spazio alle nazionali col doppio impegno per le qualificazioni ai prossimi Europei 2021.

Massimiliano Sciarra