RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Bojan: “Restiamo uniti”

Più informazioni su

«Arde la Roma». L’eco del confronto andato in scena tra senatori e giovani nello spogliatoio dello stadio di Lecce è arrivato fino in Spagna. Il titolo del quotidiano catalano ‘Sport’ fotografa la situazione in casa giallorossa dopo il pesante ko nel Salento. La sconfitta ha infatti lasciato il segno soprattutto in classifica, tagliando le gambe degli uomini di Luis Enrique nel momento decisivo per la corsa al terzo posto. Per non buttare a mare un’intera stagione, rischiando anche il pass per l’Europa League, Bojan ha quindi invitato tutto l’ambiente a ricompattarsi. «Inizia una settimana con due partite molto importanti – il tweet dell’ex Barcellona -. Ora più che mai dobbiamo essere uniti. Vinceremo!». Contro Udinese e Fiorentina, entrambe all’Olimpico, la Roma si giocherà infatti sia la faccia sia punti pesanti per la classifica. La mancata qualificazione alla Champions League, comunque, come più volte sottolineato dalla dirigenza romanista, non stravolgerà le linee guida di un progetto che nel medio-lungo periodo si pone come obiettivo quello di riportare la Roma a lottare per vincere in Italia e in Europa. Se mai, in questo finale di stagione, un’attenta riflessione verrà fatta per comprendere i tanti motivi che hanno portato la formazione giallorossa a bucare sistematicamente ogni appuntamento col salto di qualità. Secondo il direttore generale, Baldini, alla base di tutto ci sarebbe una sostanziale carenza di personalità da parte del gruppo di Luis Enrique. «Se abbiamo sopravvalutato qualche giocatore? Dal punto di vista tecnico no. Da quello caratteriale può darsi» è stata infatti l’affermazione del dg dopo la debacle di Lecce. Debacle cui non hanno preso parte Totti e Pjanic, pronti a rientrare con l’Udinese: il capitano è tornato ad allenarsi regolarmente in gruppo e mercoledì sera formerà il tridente offensivo assieme a Osvaldo e uno tra Bojan e Lamela (sicuro assente invece Borini a causa di una sindrome influenzale), mentre il bosniaco si riprenderà una maglia da titolare a centrocampo al fianco di De Rossi e Gago (che dopo aver trascorso la Pasqua coi connazionali argentini Heinze e Osvaldo domani festeggerà a Trigoria col resto del gruppo i 26 anni). Out con l’Udinese infine sia Greco che Simplicio: il primo ha quasi smaltito l’affaticamento ai flessori della coscia destra e dovrebbe tornare a disposizione di Luis Enrique per la sfida alla Fiorentina, mentre il secondo è ancora alle prese col lavoro differenziato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.