RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Di Benedetto: “Contratto De Rossi? Sono ottimista”

Più informazioni su

«Il rinnovo di De Rossi? Ho fiducia nel lavoro di Baldini, sono ottimista, ma ci sono delle trattative in corso e non posso dire altro». Così il presidente della Roma, il tycoon statunitense Thomas DiBenedetto, sulla situazione legata al rinnovo del contratto di Daniele De Rossi, in scadenza il prossimo giugno. Il numero uno del club giallorosso, a margine di un evento organizzato dalla ‘Fondazione Roma Europeà, ha spiegato anche che per il nuovo stadio della Roma si stanno studiando «alcune zone dove poterlo costruire. Abbiamo incontrato già il sindaco (Alemanno) e stiamo portando avanti delle analisi finanziarie. Speriamo che presto si possano cominciare i lavori». Intanto però proseguono gli incontri per lo sfruttamento dello stadio Olimpico. Il manager del Raptor Accelerator, Mark Pannes, ha infatti incontrato all’Olimpico, assieme all’amministratore delegato Claudio Fenucci, gli uomini di Coni Servizi: le parti sono al lavoro su un ‘business plan’ su base triennale per lo sviluppo dell’impianto, da concludere già il mese prossimo. «Vogliamo fare della Roma un punto di riferimento e stabilizzare il brand – ha poi aggiunto DiBenedetto -. Dobbiamo sviluppare la cultura del club, così che la gente si possa identificare con la società e la squadra». Nei progetti della proprietà americana c’è poi una sinergia con scuole calcio di tutto il mondo: «Non vogliamo lavorare solo con quelle italiane, per questo contatteremo società estere a cominciare con quelle che sono negli Stati Uniti. Per questo abbiamo già avviato dei discorsi con un gruppo di Boston che controlla 8.000 ragazzi». «Vogliamo che da tutto il mondo si veda il gioco della Roma e che le famiglie possano sentirsi al sicuro quando vengono a Roma a vedere una partita – ha proseguito il presidente -. Vogliamo riavvicinare la gente e le famiglie allo stadio, come hanno fatto in Premier League, senza che debbano aver paura, come purtroppo a volte capita». «Vogliamo che la gente, a prescindere che la squadra vinca o perda, si senta sicura, felice. Poi ovviamente Luis Enrique vuole sempre vincere. Ed è anche quello che vogliamo fare noi con la Roma», ha concluso DiBenedetto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.