RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

E’ festa solo per il Milan. Montella: “Caprari ha più voglia di Menez” Il Francese: “Io sto bene…”

Più informazioni su

Roma (4-2-3-1): Doni 6, Cassetti 7, N.Burdisso 6.5, Juan 7.5, Riise 6, Pizarro 5.5, Brighi sv (17′ pt Rosi 6.5, 38′ st Caprari sv), Taddei 6, Simplicio 5, Vucinic 5 (9′ st Borriello 5), Totti 6.5 (1 Lobont, 15 Loria, 23 Greco, 94 Menez). All.: Montella 6.5. Milan (4-3-1-2): Abbiati 6.5, Abate 6, Nesta 6, T.Silva 6.5, Zambrotta 5.5, Gattuso 6 (1′ st Ambrosini 6.5), Van Bommel 6, Seedorf 5.5, Boateng, Robinho 6 (28′ st Pato sv), Ibrahimovic 5 (1 Amelia, 25 Bonera, 76 Yepes, 21 Pirlo, 99 Cassano). All.: Allegri 6.5. Arbitro: Morganti 6 Angoli: 6-5 per il Milan Ammoniti: Boateng, Van Bommel, Pato, Taddei per gioco falloso Recupero: 2′ e 5 Spettatori: 60 mila circa.

Un pareggio che almeno per una notte vale l’aggancio al quarto posto a braccetto coi cugini della Lazio. Per la Roma, lo 0-0 col Milan da un lato mantiene vive le speranze di strappare l’ultimo pass utile per l’accesso alla prossima Champions League, dall’altro consegna lo stadio Olimpico ai festeggiamenti dei rossoneri per la conquista del 18/o scudetto. «Il Milan ha avuto più continuità, ha meritato lo scudetto considerando tutto il campionato – le parole del tecnico della Roma, Vincenzo Montella, a fine gara -. La loro superiorità in campo è palese ed è merito anche di Allegri. Ma noi comunque abbiamo tenuto testa a questa squadra fino alla fine». Nell’analizzare la partita, infatti, Montella è soddisfatto soprattutto per la voglia della Roma di non mollare davanti ai rossoneri: «Abbiamo cercato di fare la partita, siamo stati bravi a fermare le loro incursioni centrali e abbiamo avuto alcune nitide occasioni da gol ma non è stata premiata la nostra qualità e volontà». «È vero che abbiamo concesso possesso palla al Milan ma era una scelta per cercare poi di ripartire», spiega l’ex Aeroplanino, che nelle fasi iniziali della ripresa ha sostituto uno scialbo Vucinic con Borriello. «Marco mi ha dimostrato con volontà e qualità che poteva farmi vincere la partita – la considerazione dell’allenatore romanista -, con la sua presenza in aerea di rigore speravo di sfruttare i cross dalla fasce, che però nella ripresa sono un pò mancati». Il cambio che però ha stupito tutti è stato quello deciso da Montella a una decina di minuti dal termine. Con ancora la possibilità di vincere la partita, infatti, il tecnico ha lasciato in panchina Menez preferendogli il giovane della Primavera Caprari (entrato per Rosi, che a sua volta aveva rilevato Brighi, costretto a uscire nel primo tempo a causa della frattura del perone, ndr). «Ho preferito far entrare Caprari perchè durante gli allenamenti della settimana mi ha fatto vedere di avere più voglia di giocare – la spiegazione chiarissima fornita da Montella – Faccio sempre le scelte nell’interesse della squadra e metto in campo chi mi dimostra di aver voglia di giocare». Secca la replica di Menez: «Io sto bene e Montella lo sa, ma bisogna accettare sempre le scelte del mister. Il futuro? Ho ancora un anno di contratto, ma a fine stagione ci siederemo a tavolino e decideremo che fare». Il pareggio col Milan, però, costringerà adesso la Roma a guardare con una certa attenzione la sfida del Friuli. «Cosa spero da Udinese-Lazio? Che perdano tutte e due… – la battuta di Montella – A parte gli scherzi, sarebbe meglio un pareggio perchè se dovesse vincere la Lazio avrebbe ancora più chance di raggiungere il quarto posto». «Domani comunque ci guarderemo quello che succede e poi prepareremo le ultime due giornate che vogliamo vincere a tutti i costi – conclude l’allenatore della Roma -. Non possiamo infatti permetterci di mollare altrimenti si rischia di finire male. Noi invece ci giocheremo tutto fino alla fine perchè crediamo di essere ancora in corsa per arrivare al quarto posto. Credo che ci giocheremo tutto all’ultima giornata».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.