E qualificazione fu: la Roma batte 2-0 il Cluj e vola ai sedicesimi di finale

Roma – Quarta partita del girone di Europa League che vede la Roma andare a far visita al Cluj, sconfitto pesantemente all’andata all’Olimpico. Serata piuttosto fredda e umida a Cluj, con temperatura vicina allo zero e nebbia. Ampio turnover per Fonseca, che adatta Cristante e Spinazzola a centrali difensivi e lancia Calafiori. Nuova chance per Villar e Mayoral.

Poche emozioni
Prima mezz’ora che scorre via senza troppa vivacità da entrambe le parti, pochissime le occasioni viste, ancor meno quelle nitide. La Roma è ben messa in campo, gira bene il pallone e i giocatori si trovano abbastanza bene, ma c’è qualche difficoltà quando si tratta di creare pericoli verso la porta avversaria.

Ci prova Mayoral
Unica nitida palla goal per i capitolini è quella capitata sui piedi dello spagnolo al trentaduesimo minuto: Diawara al limite dell’area recupera palla e vede l’inserimento di Mayoral, il guineano serve in profondità lo spagnolo, che controlla e non vedendo nessuno libero a centro area tenta la conclusione, trovando la risposta di Baldagrean.

Vantaggio su punizione
Al secondo minuto della ripresa la Roma sblocca il punteggio. Calafiori viene atterrato da Susic e guadagna un calcio di punizione dalla trequarti laterale, sul punto di battuta si presenta il subentrato Veretout, che pennella a centro area un cross che Debeljuh devia accidentalmente nella propria porta.

Altro tiro per Mayoral
All’ora di gioco nuova occasione da rete per l’ex Real Madrid, che appostato a centro area riceve un cross di Villar e tenta la girata al volo col destro, trovando la pronta risposta di Balgradean.

Raddoppio dagli undici metri
Appena entrato in campo, Mkhitaryan triangola con l’altro neoentrato Dzeko e a tu per tu con Balgradean si fa ribattere la conclusione, venendo poi travolto di slancio dallo stesso portiere rumeno. L’arbitro non ci pensa due volte e fischia il penalty in favore dei giallorossi, che trasformano freddamente con Veretout.

Bruno Peres spara alle stelle
A dieci minuti dal termine la Roma avrebbe anche la palla per calare il tris, ma Bruno Peres spreca clamorosamente. Carles Perez parte in serpentina, arrivato al limite scarica per Milanese, il quale di prima imbuca per il liberissimo Peres, che da solo davanti a Balgradean manda abbondantemente alto sopra la traversa.

La Roma si qualifica ai sedicesimi di finale
Vittoria e qualificazione matematica al turno successivo per gli uomini di Fonseca, che nonostante l’ampio turnover giocano in maniera ordinata, concedendo poco e palleggiando su buoni ritmi. Archiviato il discorso qualificazione, ora la Roma potrà fare un turnover ancora più massiccio nelle restanti partite del girone, facendo riposare i titolari in vista degli impegni di campionato.

Andrea Trupiano