RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Insidia Sampdoria per la Roma, ma rimane l’incognita rinvio

Roma – Trasferta da non sottovalutare quella che oggi alle 15 vedrà la Roma impegnata in trasferta contro una Sampdoria ferita, fresca di cambio allenatore e in cerca di tre punti importanti in ottica rilancio in classifica. Solo una vittoria e ben sei sconfitte fin qui in campionato per i blucerchiati, che non hanno mai trovato né i giusti stimoli né un buon equilibrio in mezzo al campo, fattori che hanno portato all’esonero di Eusebio Di Francesco, rimpiazzato ancora una volta da Claudio Ranieri. Bisognerà prestare attenzione all’impostazione tattica che il mister testaccino darà alla sua squadra: ‘prima di tutto non prenderle, poi in caso proviamo a fargli male’. Sarà quindi una Samp attendista, che aspetterà ben coperta in attesa del giusto varco. Da non sottovalutare il clima di Marassi, sia ambientale che meteorologico: la tifoseria di casa vorrà spingere la propria squadra verso quella vittoria che manca da troppo, mentre le previsioni meteo danno forte pioggia durante la partita, con il campo che potrebbe essere piuttosto pesante. Non è detto che si giochi, se l’allerta meteo dovesse diventare rossa allora Sampdoria-Roma sarebbe automaticamente rinviata.

Fonseca deve fare i conti con numerose assenze, soprattutto per quel che riguarda l’attacco. In porta spazio a Pau Lopez, con la linea difensiva che dovrebbe essere composta da Florenzi a destra, ormai pienamente recuperato dopo il violento attacco influenzale, Kolarov a sinistra e Mancini, in vantaggio su Fazio, al centro insieme a Smalling. Sulla mediana scelte quasi obbligate per il tecnico portoghese, con i soli Veretout e Cristante a disposizione. Stesso discorso per la trequarti, dove dovrebbero agire Kluivert largo a destra, Zaniolo largo a sinistra e Pastore in mezzo, con Kalinic unica punta. Perotti, di rientro da un lungo infortunio e quindi ancora senza i 90 minuti nelle gambe, e Dzeko, ancora convalescente per la frattura dello zigomo, dovrebbero non essere rischiati e accomodarsi quindi in panchina.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout; Kluivert, Pastore, Zaniolo; Kalinic.

In casa Sampdoria Ranieri potrebbe optare per il 4-3-1-2, in vantaggio rispetto ad un attacco a tre: Audero in porta, con la difesa formata da Bereszynski a destra, Murillo e Ferrari in mezzo e Murru a sinistra. A centrocampo spazio al trio formato da Vieira, Ekdal e Jankto, mentre il trequartista dovrebbe essere Ramirez. In avanti, oltre al sempreverde Quagliarella, ci sarà Rigoni. Qualche ballottaggio ancora, con Colley che insidia Ferrari in mezzo alla difesa, Barreto che chiede spazio a centrocampo e Caprari che vuole mettere in difficoltà Ranieri nelle scelte offensive.
Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Murillo, Ferrari, Murru; Vieira, Ekdal, Jankto; Ramirez; Quagliarella, Rigoni.

Andrea Trupiano