RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma al Borussia Park in cerca di tre punti pesanti

Roma – Non c’è tempo di fermarsi per la Roma di Fonseca, che subito dopo la convincente e determinante vittoria ottenuta sabato sul Napoli va a trovare il Borussia Moenchengladbach, in una trasferta che si preannuncia molto importante ai fini del passaggio del turno e del primato nel girone. Attenzione a non sottovalutare i tedeschi, vittoriosi nell’ultimo turno di Bundesliga in casa del Leverkusen e primi in classifica con tre punti di vantaggio sul Dortmund. Percorso diametralmente opposto in Europa League, con due soli punti conquistati in tre giornate. Di contro la Roma, in fiducia dopo le tre vittorie consecutive ottenute in campionato, vorrà prendersi una fetta di qualificazione al Borussia Park.

Manca Spinazzola, rientra Diawara 
Non sarà della partita Leonardo Spinazzola, vittima di un affaticamento muscolare e quindi a riposo precauzionale, mentre tornerà tra i convocati dopo un mese dall’infortunio al menisco patito contro il Cagliari Amadou Diawara, che si accomoderà in panchina. Nell’undici titolare vedremo, oltre al solito Pau Lopez in porta, il ballottaggio Florenzi-Santon per il ruolo di terzino destro, con il capitano giallorosso in vantaggio sull’ex Inter dopo quattro panchine consecutive. Al centro spazio ancora una volta a Smalling e Fazio, quest’ultimo di ritorno dal primo minuto dopo la squalifica col Napoli, mentre a sinistra dovrebbe agire nuovamente Aleksandar Kolarov, il quale vista l’assenza di Spinazzola non potrà giovare di un turno di riposo. La cabina di regia sarà composta ancora una volta dalla strana coppia Veretout-Mancini, che sono di fatto l’unico centrocampista di ruolo disponibile e un difensore polivalente riscopertosi molto buono davanti alla difesa.

Qualche dubbio sulla trequarti, in avanti Dzeko 
Con i rientri di Perotti e Under avvenuti nelle ultime settimane, mister Fonseca avrà finalmente quasi abbondanza per quel che riguarda la trequarti. Possibile un turno di riposo per Pastore che, dopo aver visto il campo con il contagocce per mesi, si è ritrovato titolare inamovibile e autore di ottime prestazioni nelle ultime cinque partite. I favoriti per una maglia da titolare al momento sembrano dunque essere Kluivert a destra, Zaniolo incursore centrale e Perotti a sinistra. Non è però da escludere una mossa a sorpresa di Fonseca, che con Perotti e Under ancora lontani dalla miglior forma fisica potrebbe optare per Santon terzino e Florenzi esterno d’attacco, anche se in questo modo non si avrebbero terzini di ruolo in panchina. In avanti l’unica punta sarà ancora una volta Edin Dzeko.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini, Veretout; Kluivert, Zaniolo, Perotti; Dzeko.

Il Borussia in cerca della prima vittoria europea 
In casa tedesca l’allenatore Marco Rose dovrebbe optare per un 4-3-1-2, modulo spesso adoperato, con l’esperto Sommer in porta. In difesa spazio a Lainer a destra, Jantschke in coppia con il recuperato Ginter al centro e Wendt nel ruolo di terzino sinistro. Il terzetto di centrocampo dovrebbe essere composto da Kramer e Neuhaus larghi con Zakaria vertice basso, mentre come trequartista dovrebbe agire Herrmann. Tandem d’attacco con Stindl, in rete all’andata su rigore, e Thuram, figlio d’arte.

B. Moenchengladbach (4-3-1-2): Sommer; Lainer, Jantschke, Ginter, Wendt; Kramer, Zakaria, Neuhaus; Herrmann; Stindl, Thuram.

Andrea Trupiano