Quantcast

La Roma cade all’Olimpico, il Milan passa 1-2

Roma – Dopo la vittoria di giovedì contro il Braga e il passaggio agli ottavi di finale di Europa League, la Roma ospita all’Olimpico il Milan di Pioli, seconda forza del campionato ma reduce da due sconfitte consecutive. Out Dzeko per via di una lesione muscolare, in difesa spazio a Cristante e Fazio con Mancini, per il resto formazione tipo con Mayoral ariete centrale.

Due goal annullati al Milan
Nel giro di dieci minuti scarsi i rossoneri segnano due volte, prima con Tomori su azione d’angolo, poi con Ibrahimovic a porta vuota servito da Rebic, ma in entrambi i casi le reti vengono annullate per offside.

Traversa ospite
Alla metà esatta della prima frazione di gioco, ancora da calcio d’angolo, il Milan va a un passo dal vantaggio: dalla bandierina Calhanoglu pennella perfettamente per Kjaer, che liberissimo a centro area impatta di testa colpendo però la traversa a Pau Lopez battuto.

Goal annullato alla Roma
Alla mezz’ora arriva anche una rete annullata ai padroni di casa. Angolo di Pellegrini dalla destra, Mancini prolunga di testa e Mkhitaryan mette in rete da due passi, ma il direttore di gara annulla per via di un gomito alto di Mancini ai datti di Theo Hernandez.

Kessie per il vantaggio Milan
Quando mancano tre minuti all’intervallo Fazio entra in ritardo su Calabria proprio al limite dell’area, il Var interviene e Guida decreta il calcio di rigore in favore dei milanesi, con Kessie che dal dischetto batte un Pau Lopez che per un nulla non riesce a intercettare la conclusione.

La pareggia Veretout
Al quinto minuto del secondo tempo, dopo un forcing nato a cavallo dei due tempi, la Roma la pareggia meritatamente, con Veretout che ben servito da Spinazzola alza la testa, prende la mira e dai venti metri abbondanti lascia partire una conclusione tanto potente quanto precisa che termina alle spalle di Donnarumma.

Svarione difensivo e rete di Rebic
Non passano nemmeno dieci minuti dopo la rete del francese che il Milan torna avanti: Pau Lopez sbaglia il rinvio dal fondo, Calabria recupera palla e appoggia a Saelemakers, il centrocampista si gira e serve al limite Rebic, che con una finta elude l’intervento di Mancini e batte Pau Lopez sul secondo palo, In quest’occasione male lo spagnolo sul rinvio, ma male anche il difensore, che una volta fattosi superare dal croato ha desistito nell’intervenire.

Mkhitaryan sfiora l’incrocio
Quando mancano venti minuti al termine la Roma va vicinissima al pareggio con Mkhitaryan, il quale, ben servito da El Shaarawy, mette a sedere Kessie con una finta e calcia sul palo lontano col sinistro, sfiorando solamente l’incrocio dei pali.

Episodio dubbio in area Milan
A dieci minuti dal novantesimo episodio più che controverso nell’area di Donnarumma: Mkhitaryan spreca una ghiotta occasione, recupera palla e va a contrasto con Hernandez, entrambi i giocatori finiscono a terra ma Guida valuta come falloso l’intervento dell’armeno, il quale sembra aver in realtà subito fallo dal terzino milanista. Il Var non interviene.

La Roma cade all’Olimpico
Per la prima volta in stagione la Roma cade tra le mura amiche, era l’unica squadra a non aver ancora perso in casa. Non una buona partita da parte dei giallorossi, che nel primo tempo approcciano malissimo all’incontro, sbagliando molti appoggi e concedendo troppe palle goal agli avversari. Dalla mezz’ora in poi la squadra di Fonseca comincia finalmente a giocare e a creare pericoli, anche grossi, agli avversari, ma senza la lucidità che ha da sempre contraddistinto gli attaccanti romanisti. La Roma scivola al quinto posto.

Andrea Trupiano