RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma riceve la Fiorentina e vuole dimenticare la sconfitta di Milano

Roma – Tutto pronto per il big match della 13esima giornata di serie A femminile. Al Tre Fontane la Roma ospita la Fiorentina di mister Antonio Cincotta. Calcio d’inizio fissato per le ore 12.30.
Le giallorosse hanno sciupato contro il Milan la possibilità di arrivare allo scontro diretto con un solo punto di differenza e con la possibilità di operare il sorpasso in zona Champions. Le Viola, seconda forza del campionato, sono reduci dal tennistico 6-1 nel derby contro la Florentia San Gimignano.

Giugliano ancora out. Il terzetto di centrocampista comprenderà Bernauer, Hegerberg e Andressa

Le ragazze di Bavagnoli vogliono riscattare il rocambolesco 3-2 di inizio settimana registrato al Vismara di Milano. Per farlo, però, dovranno avere maggior controllo della gara e dare qualcosa in più rispetto all’ultimo appuntamento.
Elisabetta Bavagnoli dovrà far a meno ancora una volta di Manuela Giugliano, uscita malconcia dal terreno di gioco del capoluogo lombrdo e nuovamente ferma ai box. Al suo posto ci sarà  Vanessa Bernauer.

La grande ex sarà proprio Capitan Bartoli. Per lei stagioni indimenticabili in quel di Firenze

In difesa partirà nuovamente dalla panchina il neo acquisto Petronella Ekroth, al debutto assoluto con la maglia romanista nella sfida al Milan. Il duo di centrali sarà quindi l’affermata coppia Swaby-Pettenuzzo, considerando anche l’infortunio di Federica Di Criscio e i lunghi problemi fisici di Heden Corrado.
Sarà invece una partita speciale per Elisa Bartoli. Il Capitano ha vinto uno scudetto e due coppe Italia proprio con le gigliate, rendendo ogni volta speciale l’incrocio con la sua vecchia squadra di club.
Sull’altra corsia sarà Kaja Erzen il guardiano della fascia sinistra.

Thomas vuole andare a segno per la quinta gara consecutiva. Per lei già 7 gol in campionato

In attacco confermato lo stesso tridente di meno di una settimana fa. Annamaria Serturini vorrà bissare l’eurogol dell’andata messo a segno al Gino Bozzi di Firenze. L’esterno sinistro è a secco dal 14 dicembre quando con una doppietta contribuì al 6-0 sull’Orobica.
Chi invece sta segnando a rotta di collo è Lindsey Thomas. La francese guida la classifica capocannonieri interna con 7 gol e va a bersaglio da 4 gare consecutive (Inter, Orobica, Bari e Milan). Spetterà quindi a lei condurre le operazioni di finalizzazione. A supportarla ci sarà pure Agnese Bonfantini.

Roma 4-3-3: Ceasar; Erzen-Swaby-Pettenuzzo-Bartoli; Andressa-Bernauer-Hegerberg; Bonfantini-Thomas-Serturini

La formazione di Cincotta è alla disperata rincorsa della Juventus. Al momento però è di ben 6 punti il vantaggio delle Bianconere sulle Viola. Non tantissimi, ma considerando il ruolino di marcia della Juventus, che comprende 11 vittorie e 1 pareggio su 12 incontri, appare un’impresa complicata recuperare due gare di svantaggio.

Fiorentina dietro alla Juve in serie A e per gol realizzati. Bonetti in vetta alla classifica capocannonieri

La formazione di Cincotta non è seconda solamente in campionato, ma anche nella classifica dei gol realizzati. Sono 33 quelli finora messi a referto, contro i 37 della Juventus. Tatiana Bonetti gira in vetta alla classifica capocannonieri a quota 12 centri, alla pari di Cristiana Girelli ma senza rigori battuti. Nel derby stravinto contro la Florentia si è addirittura portata il pallone a casa realizzando tre gol. Per quanto riguarda la difesa, invece, sono 12 i gol subiti: 1 a partita e 1 in più del Milan, mentre rispetto alla Juve sono 4. Non sarà dunque compito semplice scalfire la retroguardia toscana.

Due precedenti al Tre Fontane entrambi finiti in pareggio

Sono 2 i precedenti tra le due compagini giocati nella Capitale: uno in campionato e l’altro in coppa Italia ed entrambi finiti in parità. In serie A terminò a reti inviolate il primo storico incrocio, mentre nella coppa Nazionale si scontrarono nelle semifinali di andata e ritorno impattando 1-1 al Tre Fontane per poi vedere la Fiorentina aggiudicarsi il return match per 2-0 e accedere alla finalissima, poi persa contro la Juventus. In quella resa dei conti, che valse il double alla squadra piemontese, a contribuire al 2-1 decisivo fu tra le altre proprio il nuovo difensore romanista Ekroth.

All’andata la Roma espugnò il Bozzi e cominciò il suo campionato. Servirà la stessa scossa al ritorno

In un totale di 5 scontri le capitoline si sono aggiudicate la sfida di un girone fa (0-2). Abbiamo ricordato la bomba di Annamaria Serturini a spaccare il match, ma ricordiamo anche il raddoppio nonché primo gol italiano per Andrine Hegerberg e il rigore neutralizzato da Ceasar a Tatiana Bonetti quando il risultato era ancora inchiodato sullo 0-0.
Quella vittoria servì alla Roma per ripartire dopo la falsa partenza contro il Milan e cominciare seriamene il proprio cammino in campionato. Chissà se anche questa volta per le ragazze di Bavagnoli sarà sempre la Fiorentina a segnare il rilancio e la rinascita.

Massimiliano Sciarra