Quantcast

La Roma riprende tre volte il Milan, a San Siro finisce 3-3

Roma – Monday night a San Siro per la Roma, che dopo le fatiche europee si rituffa in campionato andando alla caccia dei tre punti che le permetterebbero di avvicinare le posizioni più nobili di classifica. Ancora assente Smalling, out Carles Perez a causa di una tonsillite, titolare Mancini dopo la falsa positività al Covid.

Milan subito in goal
Passano appena 120 secondi di gioco e i rossoneri si portano in vantaggio: Leao sulla sinistra con una finta supera Karsdorp, crossa a centro area per scavalcare la difesa e Kumbulla si fa beffare alle spalle da Ibrahimovic, che con un tocco anticipa Mirante e deposita in rete.

Dzeko la pareggia
Al quarto d’ora arriva il pareggio romanista grazie a capitan Dzeko. Da azione d’angolo Pellegrini scodella a centro area un pallone preciso, Tatarusanu esce a vuoto e il bosniaco di testa anticipa Romagnoli e deposita nella porta sguarnita.

Inizio ripresa schock e Milan di nuovo avanti
Il secondo tempo inizia così come era iniziato il primo, ovvero con una Roma distratta e il Milan che segna dopo 120 secondi: Leao a centrocampo riceve palla da Bennacer, corre sulla fascia sinistra, vince il duello con Karsdorp e arrivato sul fondo mette a centro area un passaggio rasoterra per l’accorrente Saelemaekers, che col piattone fredda Mirante sul primo palo.

Giacomelli regala un rigore alla Roma
Giunti poco oltre la metà della ripresa all’interno dell’area milanista avviene un episodio che rischia di cambiare la partita. Respinta corta di Tatarusanu e pallone vagante sul quale si avventano Pedro e Bennacer, con lo spagnolo che pesta il piede al rossonero e entrambi finiscono per terra. Giacomelli incredibilmente assegna il rigore, il Var non interviene e dal dischetto Veretout ristabilisce la parità.

Giacomelli regala un rigore anche al Milan
Passano pochi minuti e anche il Milan usufruisce di un penalty inesistente assegnato dal direttore di gara: Mancini liscia il pallone e non tocca Calhanoglu, il turco cade e l’arbitro indica il dischetto, con Ibrahimovic che spiazza Mirante. Altro errore incredibile, non solo di Giacomelli, ma anche del Var.

Kumbulla bissa la rete europea
Nei minuti finali la Roma ristabilisce per la terza volta la parità. Calcio d’angolo battuto da Veretout sul primo palo, Ibrahimovic nel tentativo di spazzare allunga la traiettoria del pallone e Kumbulla appostato sul secondo palo mette in rete a due metri dalla linea di porta.

Buona prestazione e punto importante
Eccezion fatta per i primi tre minuti di primo e secondo tempo, in cui si prendono due goal evitabilissimi, la Roma gioca bene, concede poco e crea pericoli per la porta rossonera. Da rivedere la prestazione di Ibanez, buon match di Kumbulla. A corrente alternata il tridente, con Mkhitaryan che nella ripresa crea diversi grattacapi al Milan. Prestazione da horror non solo per Giacomelli, ma anche per la sala Var, che questa sera evidentemente stava guardando qualcos’altro.

Credit Photo AS Roma

Andrea Trupiano