RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma va a Udine in cerca di continuità

Roma – Non c’è tempo di riposarsi dopo i tre punti ottenuti domenica pomeriggio all’Olimpico contro il Milan, per la Roma è già ora di tornare in campo, ad attenderla alla Dacia Arena l’Udinese di Igor Tudor. Mercoledì sera si incontreranno due squadre che vengono da risultati diametralmente opposti: prestazione convincente e tre punti per la Roma, scivolone clamoroso e sette reti incassate dall’Udinese contro l’Atalanta. Attenzione però alla voglia di rivalsa dei friulani, contestati dai propri tifosi nelle ultime ore, che vorranno cancellare l’onta subita due giorni fa a Bergamo. La Roma d’altro canto vorrà dare continuità alla vittoria ottenuta contro i rossoneri, cercando magari di approfittare dello scontro diretto in scena al San Paolo tra Napoli e Atalanta per avvicinarsi ulteriormente al piazzamento Champions.

Fonseca recupera Under ma perde Jesus
Dopo quasi due mesi dall’ultima volta Paulo Fonseca potrà nuovamente contare su Cengiz Under, recuperato dopo l’infortunio muscolare patito in Nazionale a settembre. Non dovrebbe essere rischiato dal primo minuto, potendo invece essere un’arma in più pronta a subentrare. Per quanto riguarda gli undici che scenderanno in campo, in difesa potrebbe esserci un cambio rispetto a quanto visto nelle ultime partite: al posto di Spinazzola potrebbe giocare Alessandro Florenzi, mentre per il resto spazio a Pau Lopez in porta e linea difensiva composta, oltre al già citato Florenzi, da Smalling e Fazio al centro e il solito Kolarov largo a sinistra.

Carenze a centrocampo, quasi abbondanza in attacco
In cabina di regia ci saranno ancora una volta Veretout, di fatto l’unico centrocampista di ruolo disponibile, e Gianluca Mancini, una vera e propria sorpresa nelle ultime due partite in un ruolo non suo. Sulla trequarti, grazie al rientro di Kluivert dalla squalifica e di Under dall’infortunio, Fonseca potrà contare su qualche pedina in più. Perotti e il turco dovrebbero accomodarsi in panchina, non essendo ancora al meglio, lasciando spazio a Zaniolo a destra, Kluivert dalla parte opposta e il redivivo Pastore incursore centrale. Nuova chance dal primo minuto quindi per il Flaco, che dopo le buone prestazioni fornite sta ritrovando consapevolezza e fiducia. In avanti ancora spazio al bomber Edin Dzeko.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Fazio, Kolarov; Veretout, Mancini; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko.

Udinese in ritiro per preparare la partita
Dopo la brutta scoppola presa in quel di Bergamo, che ha spinto la società a mandare in ritiro anticipato calciatori e staff per preparare al meglio il turno infrasettimanale, l’Udinese dovrà fare a meno di due giocatori come Opoku, espulso domenica e quindi squalificato, e Stryger Larsen, infortunato. Tudor dovrebbe schierare la sua squadra con un 3-5-2: in porta agirà Musso, mentre davanti a lui il terzetto difensivo dovrebbe essere composto da Becao, Troost-Ekong e Samir, quest’ultimo in vantaggio rispetto a Rodrigo per il ruolo di terzo centrale. A centrocampo sugli esterni dovrebbero agire Ter Avest e Sema, mentre nella zona più centrale del rettangolo di gioco ci saranno Mandragora, Jajalo e De Paul. In attacco spazio al tandem offensivo composto dall’ex di turno Okaka e da Lasagna.

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Mandragora, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna.

Andrea Trupiano