RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

I pali e il VAR fermano la Roma

Più informazioni su

Finisce 3-1 per l’Inter l’anticipo serale del sabato inerente alla seconda giornata di campionato. I nerazzurri sbancano l’Olimpico con un pizzico di fortuna e salgono così a quota 6 punti.

Sfortuna, recriminazioni e distrazioni difensive condanno la Roma al primo stop stagionale. I giallorossi colpiscono tre pali e non vedono applicato il sistema VAR su un più che evidente contrasto in area di rigore fra Skriniar e Perotti. Nonostante il vantaggio iniziale firmato Edin Dzeko, i capitolini soccombono sotto i colpi di Icardi (doppietta) e Vecino. Da rivedere alcuni movimenti del pacchetto arretrato e la tenuta fisica dell’intera squadra.

Roma

Roma

Gli uomini di Di Francesco sfoggiano una buona prova per circa 70 minuti. Oltre al gol, confezionato da Radja Nainggolan e finalizzato dal bosniaco, i padroni di casa centrano tre pali uno più clamoroso dell’altro. Per oltre un’ora sembra esserci una sola squadra in campo, la Roma, mentre l’Inter assiste quasi da vittima sacrificale ai continui affondi degli attaccanti romanisti.

Clamoroso l’errore del direttore di gara Irrati sull’intervento di Skriniar su Perotti. Il fischietto di Firenze non reputa punibile il contatto fra i due ma, come dimostreranno le immagini televisive, è più che evidente lo sgambetto del difensore interista. Nessun cambio di provvedimento nemmeno dal sistema VAR, con il gioco che prosegue senza interruzioni.

A questo punto l’Inter sembra scuotersi tutta insieme, come se la mancata penalità avesse svegliato di colpo la nuova squadra di Luciano Spalletti.
Mauro Icardi si conferma spietato avvoltoio da area di rigore. L’attaccante argentino, dopo la doppietta all’esordio contro la Fiorentina, si ripete anche all’Olimpico. Un uno-due micidiale nel giro di pochi minuti ribalta quasi a sorpresa il risultato, mandando in visibilio i numerosi tifosi nerazzurri presenti nel settore ospite.

Il punto esclamativo sulla disputa viene messo a referto da Vecino, bravo e lesto a raccogliere un pallone calciato al centro da Perisic.

L’Inter può così festeggiare il secondo successo consecutivo, conquistando una vittoria che a Roma mancava ormai dalla stagione 2008/2009. Per la Roma, invece, il rammarico di non aver raccolto nemmeno un punto dopo una gara giocata ad armi pari con i propri avversari.

Massimiliano Sciarra

Più informazioni su