Prima lo svantaggio, poi la rimonta: la Roma espugna Berna 2-1

Roma – Comincia anche la campagna europea della Roma, sorteggiata nel Girone A di Europa League insieme agli svizzeri dello Young Boys, ai rumeni del Cluj e ai bulgari del Cska Sofia. Prima giornata e prima trasferta per Fonseca, che a Berna contro i gialloneri opta per un pesante turnover lasciando fuori Dzeko, Mkhitaryan e Veretout su tutti. Chance per Villar, Carles Perez, Pau Lopez e Mayoral, a sorpresa titolari Fazio e Jesus.

Karsdorp sciupa
Al decimo minuto potenziale buona occasione per i giallorossi, ma sul buon lancio di Cristante l’olandese ex Feyenoord non aggancia bene il pallone, non riuscendo quindi ad arrivare all’uno contro uno col portiere di casa Von Ballmoos.

Rigore dubbio e svizzeri avanti
Al quarto d’ora l’episodio chiave del primo tempo: contatto al limite dell’area tra Rieder e Cristante con l’arbitro Del Cerro Grande che decreta il calcio di rigore per i padroni di casa, prontamente realizzato da Nsame. Dalle immagini però, il penalty risulta essere quantomeno molto dubbio.

Chance Carles Perez
Poco prima dell’intervallo buonissima azione del numero 31 giallorosso, che salta rapidamente due avversari e si ritrova a tu per tu con Von Ballmoos, il quale è bravo a respingere in angolo la conclusione del romanista.

Ancora l’ex Barcellona
Giunti all’ora di gioco è ancora Carles Perez a creare pericoli per la porta dello Young Boys. Lo spagnolo dalla destra mette a centro area un pallone per il liberissimo Mayoral, ma l’intervento provvidenziale di un difensore impedisce all’attaccante di concludere a rete.

Triplo cambio e pareggio della Roma
Dopo l’occasione sfumata, Fonseca mette mano alla panchina e fa entrare Veretout, Mkhitaryan e Dzeko al posto di Villar, Pedro e Mayoral. Scelta giusta del portoghese: pochi minuti dopo il bosniaco con un preciso filtrante da centrocampo manda in porta Bruno Peres, che batte Von Ballmoos.

La Roma mette la freccia
Cinque minuti più tardi arriva anche il vantaggio giallorosso grazie a Marash Kumbulla, che sfrutta un buon cross di Mkhitaryan e batte per la seconda volta Von Ballmoos.

Ci prova lo Young Boys
A ridosso del novantesimo prima vera chance per i padroni di casa con Elia che, ben servito da un compagno, entra in area di rigore e calcia potente ma centrale, con Pau Lopez che compie la prima parata di giornata alzando il pallone sopra la traversa.

Primi tre punti europei
Il girone di Europa League la Roma lo comincia con una vittoria ottenuta sul campo della principale rivale, ma la prestazione non è stata convincente. I tanti cambi nell’undici iniziale hanno fatto sì che la squadra girasse poco e lentamente, e solo l’ingresso dei titolari ha permesso a Fonseca di prendersi l’intera posta in palio. Non sono state concesse grandi occasioni allo Young Boys, e questo è un bene, ma vanno migliorati l’approccio alla partita e la qualità di gioco anche senza i titolari.

Photo credit AS Roma

Andrea Trupiano