Roma attesa dall’esame Lazio: la Champions passa per il derby

Roma – Derby di fuoco quello che oggi pomeriggio andrà in scena all’Olimpico: Roma e Lazio si sfideranno in una stracittadina che raramente le ha viste così in alto in classifica negli ultimi anni. La squadra di Fonseca viene da un inizio di 2020 complicato e davanti ai propri tifosi vuole rifarsi delle due sconfitte casalinghe patite contro Torino e Juventus e dell’eliminazione subita in Coppa Italia sempre per mano dei bianconeri. Gli uomini di Inzaghi viaggiano sulle ali dell’entusiasmo, con 11 vittorie consecutive ottenute in Serie A.

Ballottaggio Florenzi-Spinazzola
Davanti alla porta difesa da Pau Lopez, la coppia dei centrali di difesa dovrebbe essere composta da Smalling e Mancini, ormai duo affiatato nonostante le ultime difficoltà. A sinistra ci sarà spazio per l’unico ex dell’incontro, ovvero Aleksandar Kolarov, autore di due goal nei derby giocati in maglia giallorossa. Unico dubbio sulla fascia destra, dove Alessandro Florenzi non è così sicuro del posto anche a causa della brutta prova fornita in Coppa Italia: a contendergli la maglia da titolare è Spinazzola.

Diawara out
Dopo l’infortunio e la conseguente diagnosi, recitante ‘trauma distorsivo del ginocchio con interessamento del comparto esterno’, Amadou Diawara non sarà della partita. Assenza pesante per Fonseca, visto che il guineano era ormai diventato un perno fondamentale del suo centrocampo. In cabina di regia, per cause di forza maggiore, agiranno quindi Bryan Cristante e Jordan Veretout.

Rientrano Perotti e Pastore
Tornano tra i convocati anche il monito e il flaco, che dopo rispettivamente una settimana e due mesi e mezzo di stop sono ormai recuperati. Come spiegato dal mister portoghese, una loro presenza dal primo minuto è quasi da escludere, ma potranno comunque rivelarsi utili in caso di necessità a partita in corso.

Trequarti confermata
Alle spalle dell’unica punta, che tornerà ad essere Edin Dzeko dopo la squalifica scontata in Coppa Italia, la batteria di trequartisti sarà formata dai soliti interpreti: largo a destra agirà Under, che vista l’assenza di Zaniolo sta ritrovando continuità, al centro spazio a Lorenzo Pellegrini, che dopo un fine 2019 in crescendo nelle ultime partite ha accusato una leggera flessione, mentre sull’out mancino giocherà Kluivert, che vorrà riscattare la brutta prova fornita allo Stadium.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Under, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.

Lazio quasi al completo
In casa biancoceleste Simone Inzaghi dovrebbe poter schierare la formazione tipo: oltre a Strakosha in porta, il terzetto difensivo dovrebbe essere composto da Luiz Felipe, Radu e Acerbi, ormai assoluto leader della retroguardia. Il folto centrocampo laziale dovrebbe vedere sugli esterni Lazzari e Lulic, in vantaggio su Jony, con Leiva in cabina di regia e Milinkovic e Luis Alberto ai suoi lati. In avanti, accanto al capocannoniere del campionato Ciro Immobile, dovrebbe giocare il recuperato Correa, con Caicedo pronto a scendere in campo in caso di forfait dell’argentino.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerb, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

Andrea Trupiano