Quantcast

Roma double face, col Bologna la risolve Mayoral

Roma – Dopo la bella vittoria in rimonta ottenuta ad Amsterdam contro l’Ajax, la Roma riceve all’Olimpico il Bologna di Mihajlovic per quella che è una partita propedeutica al ritorno con l’Ajax. Diversi i cambi fatti da Fonseca: dentro Mirante, Fazio, Reynolds e Perez.

Il primo tempo è praticamente tutto di stampo bolognese: sono infatti diverse le occasioni capitate sui piedi degli attaccanti rossoblu, con una Roma che invece è rimasta molto bassa giocando di contropiede, senza riuscire a creare occasioni nitide.

La prima ghiotta occasione arriva quando Palacio raccoglie un cross di Skov Olsen, lisciato da Barrow, e calcia a botta sicura, trovando la deviazione in angolo di Reynolds. Sul capovolgimento di fronte ci prova la Roma, ma Pedro non riesce a controllare un ottimo pallone di Mayoral.

Al ventesimo chance nitidissima per il Bologna, con Soriano che ben appostato sul secondo palo colpisce di testa il corner battuto da Svanberg, ma Mirante si supera respingendo nuovamente in angolo. Un minuto dopo Danilo, liberissimo in area, calcia secco sul primo palo, lambendo il montante.

Dopo altre due potenziali buone occasioni per gli ospiti con Soriano e Palacio, la Roma passa sorprendentemente in vantaggio: Ibanez lancia lungo, Danilo buca l’intervento e spiana un’autostrada per Mayoral, il quale salta con uno scavetto Skorupski in uscita e deposita in rete.

Nella ripresa la Roma si scuote e inizia a rispondere colpo su colpo agli attacchi del Bologna: prima Perez dal limite calcia a botta sicura trovando la respinta di Soumaoro, poi Diawara triangola con Mayoral ma non riesce a battere Skorupski.

Si rivede il Bologna con un paio di spunti di Barrow e una conclusione di Soriano, ma la Roma difende bene e concede pochi spazi ai felsinei. Dopo una girandola di cambi da entrambe le parti, i giallorossi hanno l’occasione di chiudere la partita: contropiede gestito da Mayoral che sbaglia l’appoggio per il neo entrato Mkhitaryan, il pallone arriva comunque all’armeno che calcia secco trovando però una deviazione.

Finale da brividi. Prima il redivivo Pastore imbuca perfettamente Karsdorp, il quale si fa anticipare all’ultimo da Dijks, poi in pieno recupero Danilo fa la torre per l’accorrente Soriano, che a porta vuota si vede anticipare all’ultimo da Fazio.

Vince la Roma, che mantiene il passo di chi sta davanti in classifica e si prepara al meglio al ritorno dei quarti di finale di Europa League contro l’Ajax. Una Roma dai due volti, con un primo tempo troppo remissivo e compassato in cui troppe volte si è prestato il fianco alle sortite offensive del Bologna, e un secondo tempo in cui si sono create tante buone occasioni riuscendo allo stesso tempo a concedere poco.

Photo credit AS Roma

Andrea Trupiano