Roma – Qarabag 1-0

AS ROMA – Missione compiuta. La Roma batte di misura il Qarabag nell’ultima partita di Champions League e si qualifica come prima del girone agli ottavi di finale, grazie agli scontri diretti a proprio vantaggio con il Chelsea. Il gol vittoria viene messo a segno da Diego Perotti, proprio lo stesso calciatore che a maggio scorso segnò il punto decisivo per proiettare i giallorossi alla fase a girone della massima competizione europea per club.
Una gara, quella di stasera, a tratti molto spigolosa e chiusa, con gli ospiti arroccati con quasi tutti gli interpreti all’interno della propria trequarti campo, non lasciando spazi liberi agli incursori romanisti.
Nel primo tempo gli uomini di Di Francesco fanno grande fatica a trovare l’imbucata vincente proprio per il motivo sopraelencato: maglie azere strette, difesa serrata e scarsa possibilità di incunearsi fra le casacche bianche degli azeri.
Nonostante le palesi difficoltà di bucare, fin dalle prime battute la Roma impone il proprio gioco e fa capire da principio che quella che sta per scriversi non può avere una protagonista diversa che la Roma stessa. Il primo scorcio di disputa si conclude con le squadre impantanate sullo 0-0. Alisson spettatore non pagante, considerando le scarse velleità offensive della formazione allenata da Gurban Gurbanov, atterrata in Italia senza più nulla da chiedere alla propria classifica ma con l’intento di non subire una sonora sconfitta.
Per trovare la rete che sblocca il risultato e mandare in visibilio i tanti tifosi presenti sugli spalti bisogna attendere il minuto numero 8 della ripresa. Edin Dzeko sbaglia clamorosamente a tu per tu con Sehic. Il pallone tuttavia si impenna, assumendo una traiettoria arcuata sulla quale irrompe prima di tutti Diego Perotti. Il colpo di testa dell’argentino finisce in fondo al sacco e spezza l’equilibrio statico della contesa. Gol importantissimo quello trovato dal numero 8 e dai giallorossi. Per Perotti si tratta del secondo centro stagionale in questa edizione Champions, dopo quello segnato sempre tra le mura amiche contro il Chelsea.
Proprio il Chelsea è l’altra protagonista del girone C. Gli inglesi non vanno oltre l’1-1 in rimonta contro l’Atletico e debbono accontentarsi del secondo piazzamento in classifica. Per gli spagnoli, invece, una cocente e prematura eliminazione, ma il Cholo e i suoi calciatori potranno ripiegare sulla meno quotata Europa League.
Le battute finali di Roma-Qarabag dimostrano quanto gli uomini di Di Francesco siano cresciuti a livello mentale. Nessun calo di concentrazione, nessuno sbaglio dettato dalla paura e nessun cedimento fisico fino al triplice fischio finale, che sancisce l’incredibile approdo tra le 16 migliori squadre d’Europa mettendo in fila le ben più quotate Chelsea e Atletico Madrid.
La Roma vince così per la seconda volta nella sua storia il girone della ex coppa campioni e si presenta all’estrazione di Nyon per giocarsi le proprie chance agli ottavi di finale. Il raggruppamento ha visto i capitolini raccogliere 11 punti totali, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta. Niente male per una squadra data quasi per spacciata ai nastri di partenza.

Classifica finale

Roma 11
Chelsea 11
Atletico Madrid 7
Qarabag 2

Tabellino

Roma 1 Qarabag 0
Perotti (8’st)

Massimiliano Sciarra