RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma-Qarabag. Pre partita

Più informazioni su

AS ROMA – Un ultimo sforzo. Un ultimo tassello. Un’ultima vittoria. Poi saranno ottavi. Questa sera allo stadio Olimpico di Roma, contro la squadra azera del Qarabag, potrebbe essere scritta una nuova ed importantissima pagina di storia europea per i giallorossi. Alle ore 20:45 la formazione di Eusebio Di Francesco darà il calcio d’inizio all’ultima gara valevole per il girone C di Uefa Champions League. Un successo dei padroni di casa garantirebbe il passaggio matematico fra le 16 regine del Vecchio Continente, senza dover pensare al risultato che contemporaneamente maturerà oltremanica tra Chelsea e Atletico Madrid.
Le combinazioni per accomodarsi al turno successivo della massima manifestazione continentale per club sono molte. La Roma si garantirebbe la qualificazione agli ottavi di finale se: batte il Qarabag, indipendenemente dal risultato di Londra; come prima del girone se vince e il Chelsea non batte l’Atletico; se perde e in concomitanza l’Altetico Madrid non batte il Chelsea.
Per la gara odierna sono stati nuovamente arruolati Diego Perotti e Radja Nainggolan. I due non avevano preso parte alla vittoria sulla Spal nell’ultimo turno di campionato a causa di alcune noie fisiche, ma l’allarme per ambedue è oramai rientrato e la convocazione è arrivata regolarmente.
Tornerà a calcare il prato verde anche Daniele De Rossi. Il capitano è alle prese con il doppio turno di squalifica da scontare in serie A, ma per affrontare l’organico di Gurban Gurbanov verrà schierato regolarmente nei 3 di centrocampo.
Qualche dubbio sulle condizioni fisiche di Kolarov. Il serbo, tuttavia, è stato anche lui inserito nella lista di mister Di Francesco e con ogni probabilità giocherà l’incontro fin dalle battute iniziali.
Il passaggio alla fase successiva vorrebbe dire non solo approdo alle final sixteen, ma anche un incasso economico non da poco, che farebbero felici le casse della società e potrebbero permettere a quest’ultima di poter operare sul mercato in entrata di gennaio e rinforzare la rosa per la seconda parte di stagione.
Con Alisson in porta, la linea difensiva sarà composta da Florenzi a destra, Manolas e Fazio al centro e Kolarov a sinistra. A centrocampo, appurato il ritorno di De Rossi, la mediana sarà completata da Strootman e Nainggolan. In avanti, invece, il tridente d’offesa verrà formato da El Shaarawy e Perotti sugli esterni, mentre l’unica punta sarà come sempre Edin Dzeko.
Roma e Qarabag sono al primo incontro ufficiale affrontato in Italia. L’unico precedente rimane quello di Baku durante il girone d’andata, quando i giallorossi si imposero per 2-1 grazie alle realizzazioni di Kostas Manolas e proprio di Dzeko.
Ricordiamo che la formazione rappresentante l’Azerbaijan è ormai estromessa dalla possibilità di raggiungere i 2 gradini del podio in grado di lasciare il pass per il prossimo step, ma è anche impossibilitata a raggiungere il 3° posto che le consentirebbe di retrocedere in Europa League.

Roma 4-3-3: Alisson; Florenzi-Manolas-Fazio-Kolarov; Nainggolan-De Rossi-Strootman; El Shaarawy-Dzeko-Perotti

Qarabag 4-2-3-1: Sehic; Medvedev, Rzezniczak, Guerrier, Yunuszada; Richard Almeida, Garayev; Elyounoussi, Mìchel, Madatov; Ndlovu

Massimiliano Sciarra

Più informazioni su