Roma show al Dall’Ara, le bastano 45 minuti per vincere 5-1

Roma – Dopo la sconfitta indolore fatta registrare in Europa League sul campo del Cska Sofia, la Roma si rituffa nel campionato andando in scena in casa del Bologna. Fonseca, squalificato e quindi sostituito da Campos, recupera Veretout e Pellegrini e conferma Cristante in difesa.

Vantaggio lampo
Dopo soli quattro minuti la Roma è già in vantaggio: triangolo in velocità tra Mkhitaryan e Spinazzola, quest’ultimo entra in area e arrivato sul fondo mette al centro un pallone che Poli, nel disperato tentativo di anticipare Dzeko, mette dentro la propria porta.

Dzeko torna al goal
Al decimo i capitolini trovano il meritato raddoppio con Dzeko che, ben innescato da Pellegrini, entra in area, mette a sedere Danilo e col sinistro batte sul primo palo un incolpevole Ravaglia.

Prima gioia per Pellegrini
Al quarto d’ora arriva anche la prima rete stagionale per il numero sette romanista, che scatta sul filo del fuorigioco e raccoglie un perfetto pallone filtrante di Spinazzola, e arrivato a tu per tu con Ravaglia batte ancora una volta il portiere bolognese.

Offside di Spinazzola
Tre giri d’orologio e la Roma trova anche la quarta rete con Spinazzola, che ben servito in profondità da Mkhitaryan arriva davanti al numero uno felsineo e lo batte con un tocco sotto, ma il Var annulla per fuorigioco.

Autogoal di Cristante
A metà frazione di gioco il Bologna segna quella che poi sarà la rete della bandiera: Vignato corre sulla destra e mette a centro area un pallone facile facile per Cristante, ma il giallorosso tocca male e batte Pau Lopez.

Poker di Veretout
La quarta rete della Roma è una gioia per gli occhi: Karsdorp lancia lungo linea Dzeko, il bosniaco controlla e appoggia per Pellegrini, che a sua volta scarica su Mkhitaryan, il quale di prima manda in porta Veretout, che di precisione batte ancora Ravaglia.

Cinquina di Mkhitaryan
Allo scadere del primo tempo i giallorossi vanno ancora in goal. Karsdorp corre sulla fascia, approfitta dell’infortunio di Mbaye e libero dalla marcatura mette a centro area un pallone per il liberissimo Mkhitaryan, che di prima sigla la quinta rete.

Barrow e Dominguez, no del Var
A inizio ripresa Barrow viene servito, rientra sul destro e trova un gran goal sul secondo palo, quindici minuti più tardi Dominguez riceve dentro l’area da Palacio e calcia battendo Pau Lopez grazie alla deviazione di Cristante, ma in entrambi i casi il Var annulla per fuorigioco millimetrico.

Il Var blocca anche Pellegrini
Dopo il doppio no al Bologna, arriva anche una rete annullata alla Roma: lancio dalle retrovie di Ibanez, Dzeko spizza e permette a Pellegrini di superare Ravaglia con un morbido pallonetto, ma anche qua interviene il Var per offside.

Roma show
I giallorossi dominano per quarantacinque minuti e si prendono tre punti strameritati. Primo tempo giocato ad altissima velocità, difesa felsinea beffata di continuo con continui tagli e tanta fantasia messa in campo da Mkhitaryan e Pellegrini. Sugli scudi anche Veretout, Villar e soprattutto Spinazzola, che per novanta minuti macina chilometri e manda in crisi la corsia bolognese. Nella ripresa giustamente la Roma amministra senza sprecare troppe energie.

Andrea Trupiano