Quantcast

Scontro Champions tra Roma e Milan nell’infelice lunch match del lunedì

Roma – Il programma della prima partita del girone di ritorno si concluderà nell’infelice lunch match di lunedì tra Milan e Roma. Perché infelice? ma perché nell’anno in cui il calcio femminile del Bel Paese dovrebbe fare un ulteriore importante balzo in avanti nelle grazie degli italiani ci sembra mortificante stanziare un succulento incontro in una mattinata feriale.

Roma a +4 sul Milan ma con una gara in più disputata

Accantonata la piccola vena polemica iniziale possiamo cominciare a presentare lo scontro tra la terza e la quarta forza di questo campionato. Al giro di boa la Roma viaggia a quota 24 punti, precedendo di 4 lunghezze proprio l’avversario odierno che ha tuttavia ancora una gara da recuperare contro la Pink Bari. Pink Bari che è stata l’ultima avversaria sul cammino proprio delle giallorosse, travolto per 0-3 in trasferta grazie a Bonfantini, Giugliano e Thomas. Così come in trasferta sarà quest’oggi al centro sportivo di Vismara, contro le padrone di casa del Milan reduci a sorpresa dal KO inflitto dall’Empoli solamente una settimana fa proprio tra le mura amiche.

Ekroth scalda i motori. L’ultimo arrivo in casa Roma pronta al debutto in giallorosso

Nella Roma scatterà l’ora di Petronella Ekroth. La svedese ha preso sì parte alla spedizione pugliese, ma senza scendere in campo. Per lei si tratterà dunque dell’esordio in maglia romanista. L’ex Juventus affiancherà così Swaby nel primo scontro diretto del girone di ritorno. A destra Kaja Erzen vuole riconquistare una maglia da titolare a discapito di Soffìa, mentre capitan Bartoli occuperà come da copione la corsia opposta. Sarà di fatto questo il quartetto a protezione di Camelia Ceasar, una delle due grandi ex di giornata.

Grande attesa per Giugliano. Con Ceasar sarà la grande ex di questa sfida

L’altra sarà Manuela Giugliano, forse ancora più attesa rispetto al portiere romeno. Giugliano si è consacrata proprio coi colori rossoneri, ottenendo la convocazione per i Mondiali giocati in Francia l’estate scorsa e attirando su di sè l’attenzione della Roma e di tantissimi altri club. Nel 4-1 con cui il Milan affossò le romane nell’unico precedente giocato lontano dalla Capitale fu una delle marcatrici di gara, e tenterà oggi di esserlo di nuovo ma a maglie invertite.
Con lei Bernauer e una tra Hegerberg e Andressa, con la prima in vantaggio sulla brasiliana.

In attacco si va verso la conferma del terzetto visto a Bitetto contro la Pink Bari, con Bonfantini a destra, Thomas punta centrale e Serturini larga a sinistra.

Roma 4-3-3: Ceasar; Erzen-Sawaby-Ekroth-Bartoli; Bernauer-Giugliano-Hegerberg; Bonfantini-Thomas-Serturini

Per Ganz e il suo Milan 2 sconfitte contro Empoli e Florentia

Tanta qualità anche nelle fila di Maurizio Ganz. La vecchia conoscenza tra le altre del calcio maschile aveva il duro compito di prendere le redini di una squadra rivoluzionata per larghi tratti e confermarla ai vertici della classifica. Prima dell’inaspettata sconfitta subìta dall’Empoli la missione del tecnico era più o meno andata in porto, contando una sola altra sconfitta arrivata sul campo della Florentia San Gimignano, laddove tra le altre era caduta anche la stessa Roma (2-1).

Il recupero della nona giornata tra Milan e Bari di disputerà il 29 gennaio

Il Milan, staccato 4 punti dalle giallorosse nella serrata lotta all’ultimo posto valido per l’ingresso in Champions, dovrà anche recuperare l’impegno della nona giornata contro la Pink Bari. La gara non vide la luce a causa delle avverse condizioni sul capoluogo pugliese, nonostante la gara si sarebbe dovuta disputare in Lombardia. La formazione di Caricola (allenatore del Bari) non potè imbarcarsi sull’aereo per maltempo, costringendo così l’incontro a rinviarsi a data da destinarsi.

All’andata fu 0-3 per il Milan. Rossonere uniche a fermare la capolista Juventus fin qui

Il Milan è stata fin qui  l’unica compagine in grado di fermare la capolista Juventus. In 12 giornate le bianconere hanno raccolto 11 successi, vedendo negato il percorso netto solo grazie al 2-2 in extremis agguantato da un colpo di testa di Vitale sotto al diluvio del Brianteo di Monza. Anche questo denota la forza delle ragazze di Ganz, vittoriose 0-3 nella gara d’andata giocata al Tre Fontane. Ricordiamo come le ospiti in quell’occasione rischiarono di andare in svantaggio con la più classica realizzazione dell’ex, Giugliano, fermata solo dalla traversa e di come nella ripresa le firme di Herqum, Conic e Giacinti affossarono la squadra di Betty Bavagnoli.

La Roma fin qui non ha mai pareggiato. Le giallorosse non hanno mai chiuso un impegno col segno X

La gara di quest’oggi sarà fondamentale per ambedue le formazioni. Per la Roma, fin qui ancora a secco di pareggi, una vittoria vorrebbe dire non solo confermarsi al 3° posto in classifica e continuare a tallonare la Fiorentina, prossimo avversario, ma anche confermare di essere maturata e di poter tenere testa anche a squadre così importanti.
Dall’altra parte, invece, una vittoria per il Milan potrebbe significare sorpasso virtuale sulle dirette concorrenti proprio in virtù dell’impegno contro il Bari da recuperare e rilanciarsi all’inseguimento della Fiorentina e del 2° posto in graduatoria.

Massimiliano Sciarra