Quantcast

Tre goal e tre punti: la Roma batte il Brescia

Roma – Dopo due settimane di sosta dovute agli impegni della Nazionale, la Roma torna in campo ospitando il Brescia all’Olimpico. Partita fondamentale per entrambe le squadre: i padroni di casa cercano tre punti per aggredire la zona Champions dopo la sconfitta dell’Atalanta, le rondinelle ultime in classifica necessitano del bottino pieno per spostare gli equilibri della zona rossa. Fonseca recupera Pellegrini ma perde Pastore, Grosso rinuncia a Balotelli.

La Roma spinge ma non trova lo spazio giusto 
I giallorossi partono subito forte alla ricerca del goal del vantaggio, occupando stabilmente la metà campo avversaria, ma faticano a creare occasioni degne di nota. Ci provano dalla distanza Kolarov e Florenzi, ma i loro tiri finiscono abbondantemente alti, mentre per gli ospiti è Donnarumma ad avere una buona possibilità da dentro l’area, ma l’attaccante bresciano non aggancia il pallone dopo il liscio di Mancini.

Pellegrini e Donnarumma vicini al bersaglio grosso 
Alla mezzora il rientrante Pellegrini ha sul destro l’occasione per portare in vantaggio la Roma, ma il suo destro al volo sfiora il palo alla destra di Joronen e si spegne sul fondo. Un minuto prima dell’intervallo occasione colossale per il Brescia: da calcio d’angolo Smalling e Mancini bucano l’intervento lasciando Donnarumma libero di impattare il pallone, ma il suo colpo di testa sfiora il palo alla sinistra di un immobile Pau Lopez.

Dopo l’intervallo immediato vantaggio della Roma 
Nella ripresa la Roma scende in campo con un piglio decisamente più propositivo, attaccando immediatamente la profondità. Dopo soli quattro giri di lancette Cistana chiude in calcio d’angolo un’azione offensiva dei padroni di casa, ed è proprio dal successivo corner che Smalling porta in vantaggio i suoi, con un bel colpo di testa che va a spiazzare Joronen dopo la deviazione decisiva dello stesso Cistana.

Pochi minuti e la Roma raddoppia con Mancini 
Non passano nemmeno dieci minuti che i giallorossi mettono tra sé e il Brescia due reti di vantaggio. Dopo un paio di occasioni non sfruttate da Kluivert, arriva il raddoppio: Kolarov crossa dalla trequarti dentro l’area di rigore, Smalling in avvitamento appoggia per Mancini il quale col destro al volo batte imparabilmente il portiere ospite.

Prima e dopo il goal di Dzeko altre due reti annullate 
La Roma non è sazia e continua a creare numerose palle goal. A metà secondo tempo a timbrare il cartellino è Dzeko, il quale sfrutta un pallone vagante in area per freddare ancora una volta l’estremo difensore bresciano. Da segnalare, prima e dopo la rete del bosniaco, due reti annullate ai giallorossi: nel primo caso il Var annulla un goal a Zaniolo in quanto il pallone era precedentemente uscito in fallo laterale, nel secondo caso il guardalinee segnala la posizione irregolare di Dzeko, che vede così sfumare la doppietta personale.

La Roma vince, stacca l’Atalanta e mantiene il passo della Lazio 
Tre punti di fondamentale importanza per mettersi alle spalle la sconfitta di Parma. Prestazione a doppia faccia della Roma, che dopo un primo tempo fatto di  supremazia territoriale non sfruttata e uno Joronen praticamente mai impegnato, nella ripresa offre uno spettacolo ben diverso, con più qualità nel palleggio e più cattiveria sotto porta. Buona la prestazione della coppia Smalling-Mancini, che oltre alle reti segnate passano un pomeriggio tranquillo, eccezion fatta per un paio di interventi bucati. In mezzo al campo è ancora una volta ottimo Veretout, che abbina allo strapotere fisico una qualità più che buona nella gestione del pallone, finendo per essere onnipresente in ogni zona del rettangolo verde. Buona anche la prova di Dzeko, che si sbatte all’interno dell’area avversaria, mette a segno una rete e se ne vede annullare un’altra per un fuorigioco millimetrico. Propositivo Kluivert, ma in più di un’occasione è sembrato fumoso.

Andrea Trupiano