Una Roma in dieci se la gioca, ma col Sassuolo è 0-0

Roma – Partita delicata quella dell’Olimpico tra Roma e Sassuolo, entrambe reduci da una brutta sconfitta in campionato. Dopo l’impegno europeo contro lo Young Boys, superato impiegando molte seconde linee, i capitolini tornano a schierare la formazione tipo.

Mkhitaryan tira largo
Pedro sulla trequarti riceve palla, si gira e verticalizza per Mkhitaryan, il quale controlla in corsa e una volta dentro l’area di rigore lascia partire una conclusione col mancino che termina largo sul palo lontano.

Locatelli al volo
Pochi minuti più tardi buona occasione anche per i neroverdi: mischia all’interno dell’area giallorossa, il pallone finisce a Berardi che appoggia al limite per l’accorrente Locatelli, il quale calcia al volo col sinistro andando nn non lontano dal palo alla sinistra di Mirante.

Doppio giallo per Pedro
Dopo essere stato ammonito al dodicesimo per un’entrata scomposta su Berardi, lo spagnolo ex Chelsea ferma con un fallo tattico un contropiede del Sassuolo, prendendosi il secondo giallo come da regolamento: Roma in dieci per un’ora più recupero, ingenuo Pedro nell’occasione.

Annullata la rete di Mkhitaryan
Allo scadere della prima frazione di gioco i capitolini vanno in vantaggio: lancio di Spinazzola, Marlon buca l’intervento e permette a Dzeko di involarsi verso la porta, giunto al limite il bosniaco scarica su Pellegrini, il quale non calcia e rimette in mezzo un pallone corto per Dzeko, che impatta su Ferrari, mentre la sfera arriva a Mkhitaryan che segna a porta vuota. Sarà poi il Var ad annullare il goal per fallo di Dzeko su Ferrari.

Palo della Roma
Giunti all’ora di gioco, dopo quindici minuti di grande intensità per la Roma, i giallorossi vanno ad un passo dal vantaggio con Spinazzola, che al termine di un’azione personale sulla sinistra entra in area e mette in mezzo un pallone che, dopo il tocco di Ferrari, finisce sul palo.

Dzeko fuori di poco
A quindici dalla fine altra ghiotta chance per gli uomini di Fonseca. Un attivissimo Spinazzola riceve palla e cambia gioco per Karsdorp, il quale appoggia al limite per Dzeko, che si gira e calcia col sinistro sul palo lontano, non andando molto lontano dal bersaglio grosso.

Il Var annulla la rete di Haraslin
Due minuti più tardi, su rinvio dal fondo di Mirante, il Sassuolo si impossessa del pallone con il neoentrato Traore, il quale serve l’altro neoentrato Haraslin che da fuori area calcia col destro sotto l’incrocio dei pali. Interviene il Var e annulla per fuorigioco di un piede dello stesso Haraslin.

Doppia occasione Roma
Negli ultimi minuti doppia palla goal per i padroni di casa: prima Mkhitaryan in percussione centrale entra in area di rigore e col sinistro sfiora il palo alla sinistra di Pegolo, poi Dzeko servito dallo stesso armeno calcia da posizione simile trovando la pronta risposta del portiere neroverde.

Ferrari fuori di nulla
Nell’ultimo minuto di recupero anche gli ospiti vanno a un passo dalla vittoria con Ferrari, che da azione d’angolo colpisce di testa spedendo il pallone sul fondo di pochissimi centimetri.

Un punto per parte
Nonostante le diverse azioni costruite finisce con un pareggio a reti bianche. Roma dai due volti: compassata e schiacciata nel primo tempo, vivace e propositiva nella ripresa nonostante l’uomo in meno. Nel complesso il pareggio va quasi stretto ai giallorossi, che nel secondo tempo alzano il ritmo e mettono cattiveria agonistica su tutti i palloni. Partita double face di Pellegrini, conferma per Villar, sugli scudi Spinazzola, bene anche Dzeko e Mkhitaryan, ingenuo Pedro. Insufficiente l’arbitro, che nel secondo tempo non estrare un rosso per Obiang e non vede un clamoroso fallo di mano in area di Rogerio.

Photo credit Silvia Lore, Getty Images

Andrea Trupiano