RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Albalonga (calcio, serie D), Barone non basta: «Le motivazioni restano comunque alte»

Più informazioni su

Roma – Dopo il bel successo sul campo dell’Aprilia, l’Albalonga ha mancato la seconda vittoria consecutiva: al “Pio XII” la Vis Artena ha imposto l’1-1 ai ragazzi di mister Fulvio D’Adderio. Eppure il calcio di rigore iniziale di Mario Barone, regista classe 1984 al suo sesto centro stagionale, sembrava essere il viatico ad un’altra partita positiva. «Nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa in più – dice il centrocampista – Nel secondo tempo, invece, siamo calati e nel finale abbiamo anche rischiato di perdere. Alla fine il pareggio ci ha consentito di guadagnare un punto sul Monterosi quinto, ma Cassino e Aprilia hanno vinto e per riuscire a sognare i play off dobbiamo giocare partite diverse. Nell’ultimo periodo siamo stati abbastanza altalenanti, dobbiamo provare a dare di più». Il centrocampista si sofferma sul suo ottimo bottino stagionale. «Col gol di domenica ho eguagliato il numero di reti dell’anno scorso, ma avrei preferito farne qualcuno di meno e avere qualche punto in più anche se ovviamente fa piacere segnare. Tirando i calci di rigore ho l’opportunità di fare qualche gol in più».

L’Albalonga, a nove giornate dal termine, rischia di essere “risucchiata” in una zona di classifica… da limbo. «Fino a quando la matematica non ci dirà che siamo fuori dai play off, continueremo a lottare e crederci. Le motivazioni della squadra restano comunque alte sia a livello collettivo che individuale. Quanti punti servirebbero per i play off? Difficile rispondere a questa domanda anche perché col campionato a 20 squadre ci sono pochi riferimenti rispetto al passato: credo che la quota si possa alzare visto che squadre come il Cassino stanno viaggiando a ritmi molto alti nel girone di ritorno». Nel prossimo turno l’Albalonga sarà ospite dell’Ostiamare che naviga in acque pericolose. «Sarà un’altra partita tosta perché i biancoviola sono abituati a stare in posizioni più tranquille e invece ora si trovano a lottare per evitare i play out. Una squadra di carattere con diversi giocatori validi, servirà una partita importante per riuscire a vincere all’Anco Marzio».

Più informazioni su