RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Atl. Montecompatri (calcio, III cat.), Longo: “Errori arbitrali grossi, ma anche noi abbiamo colpe”

Roma – Non riesce a spiccare il volo la Terza categoria dell’Atletico Montecompatri. La squadra di mister Daniele Nardi, dopo la bella vittoria esterna di Valmontone, non ha saputo sfruttare il fattore campo (ancora una volta) e non è riuscito ad andare oltre l’1-1 nel derby contro lo Gemit Monteporzio.

“Non siamo riusciti a concretizzare come dovevamo la nostra chiara superiorità – dice il portiere classe 1994 Andrea Longo – Non sono praticamente mai stato impegnato nel corso della gara, mentre noi abbiamo sciupato tante occasioni prima e dopo il gol del vantaggio realizzato da Nardella. Poi l’arbitro, al 98esimo e dopo aver concesso “solo” cinque minuti di recupero, ha assegnato un calcio di rigore alla squadra ospite praticamente inesistente, tanto che anche gli avversari non avevano protestato per l’episodio. E’ stata una beffa incredibile, ma purtroppo non è la prima partita che “lasciamo aperta” e che quindi ci costa punti importanti per la classifica”.

In questo momento l’Atletico Montecompatri occupa l’ottava posizione ed è ancora distante dal quinto posto che potrebbe portare ad una sorta di play off a fine stagione. “La squadra tecnicamente vale di più di diverse avversarie che ci precedono in classifica, ma evidentemente il campo ha dato il suo giudizio e finora questo è quanto abbiamo meritato” dice senza trovare scusanti Longo che poi si proietta alla prossima gara sul campo del Rayo Velletrano. “In trasferta ultimamente andiamo meglio, numeri alla mano, ma la cosa che conta di più è l’atteggiamento con cui scendiamo in campo. Speriamo che l’amarezza incassata per il pareggio nel derby ci possa dare la carica giusta per ripartire e capire finalmente quali errori non ripetere”.

L’estremo difensore, tornato a giocare quest’anno dopo tre anni di stop, conclude parlando della sua stagione. “E’ stato mister Nardi a volermi in questo gruppo e sono contento dello spazio continuo che ho ottenuto – dice Longo – Avevo ricominciato per mettermi semplicemente in moto, ma poi quando si fa parte di un gruppo c’è tanta voglia di dare un contributo ed è quello che sto cercando di fare”.