Atletica: Roma si prepara ad ospitare il Golden Gala

Si riapre il sipario sul Golden Gala 'Pietro Mennea'. L'evento è in programma per giovedì 31 maggio, dalle 19.30 alle 22.30, allo stadio Olimpico di Roma. Giunta alla 38esima edizione, il pubblico della Capitale potrà godere di 84 medaglie in gara tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei.

Roma – Si riapre il sipario sul Golden Gala ‘Pietro Mennea’. L’evento è in programma per giovedì 31 maggio, dalle 19.30 alle 22.30, allo stadio Olimpico di Roma. Giunta alla 38esima edizione, il pubblico della Capitale potrà godere di 84 medaglie in gara tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei. Ma anche ben 8 campioni olimpici.

Tantissime le sfide di livello che si svolgeranno nel meeting internazionale, quarta tappa della Iaaf Diamond League 2018. Occhi puntati sul rettilineo dei 100 metri e su Christian Coleman, il nuovo fenomeno della velocità mondiale. Cui si aggiungeranno i nostri campioni Filippo Tortu e Marcell Jacobs, in una gara tra italiani che mancava dal 1998 con Stefano Tilli e Francesco Scuderi.

“Per me è un sogno correre a Roma. Perché è la nostra Capitale e nella mia vita sta assumendo un ruolo importantissimo con il professionismo e l’università, oltre che ospitare parte della mia famiglia. Non penso ci sia niente di più bello per un velocista italiano che correre in questo stadio dove Berruti vinse le Olimpiadi e in una manifestazione intitolata a Mennea”.

Questa “sarà un’edizione ancora più azzurra con 23 atleti impegnati in pista e in pedana”, ha sottolineato il presidente della Fidal, Alfio Giomi. Tra loro Libania Grenot, Benedicta Chigbolu, Yadisleidy Pedroso e Ayomide Folorunso. Riflettori accesi anche sulla regina dell’alto Alessia Trost, impegnata insieme alle altre big Kuchina, Levchenko, Cunningham.

“Gareggiare qui è fantastico. La prima volta che sono entrata qui nel 2008 è stato davvero emozionante”, le parole di Trost. Sarà “un grande Golden Gala”, ha assicurato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.  Il presidente del Coni ha voluto parlare anche del momento attuale dell’atletica. “C’è tanto da fare, conosciamo le complessità , non sfuggiamo alle critiche. Penso che le cose stiano andando meglio di qualche mese fa e sono felice di metterci la faccia”, ha concluso Malagò.