RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Atletico 2000 calcio (Juniores reg.): Pucci non molla

Più informazioni su

Pucci : Il gruppo crede ancora al primo posto

Roma – Dieci partite alla fine del campionato, una lunga volata che riprenderà domani con la sfida interna contro la Cynthia. La Juniores regionale dell’Atletico 2000 è

Atletico 2000 juniores

Atletico 2000 juniores

seconda in classifica a sei punti di distanza dalla Lodigiani. Ma non è assolutamente intenzionata ad alzare bandiera bianca. A confermarlo è Valerio Pucci, centrocampista classe 2000: “Il gruppo ci crede, ci sono ancora in palio tanti punti”.

“E’ vero che abbiamo perso qualche opportunità nel corso della stagione. Soprattutto negli scontri diretti con la stessa Lodigiani e con la Libertas Centocelle (che in questo momento è terza con sette punti di svantaggio sui ragazzi di mister Ivan Migani, ndr). Ma il campionato è ancora lungo”. Nell’ultimo turno l’Atletico 2000 ha violato con un secco 2-0 il campo del Podgora. E domani riceverà la visita della Cynthia, compagine che in questo momento è fuori dalla “zona rossa” dei play out per due punti.

“All’andata ci ha creato delle difficoltà e si è imposta per 2-1. Ma erano le prime partite di campionato e non eravamo ancora “squadra” come lo siamo attualmente. Noi vogliamo riscattare quella sconfitta. Poi giocando in casa abbiamo un solo risultato a disposizione” dice in maniera chiara il giovane centrocampista che è già nel giro della Promozione.

“Il mio esordio in prima squadra l’ho fatto in Coppa contro il Palocco. Poi ho avuto un infortunio a dicembre e recentemente sono tornato qualche volta coi grandi. In questo momento la mia testa è concentrata sulla Juniores regionale. Se poi ci sarà bisogno di me per la Promozione sono a disposizione del mister e della società”. Daltronde Migani (che da qualche tempo guida anche la prima squadra dell’Atletico 2000) conosce bene le sue qualità. “Il mister è uno molto diretto, come tra l’altro lo è il sottoscritto. E’ nato subito un rapporto di fiducia e stima reciproca tra noi”.

Più informazioni su