RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Basket Frascati, la serie C2 si esalta ad Ostia. Cammillucci: «Vinciamo il più possibile, poi tireremo le somme»

Più informazioni su

 

Il Basket Frascati Linea Gaggioli vince ancora. Il terzo successo in cinque partite della nuova gestione di coach Cristiano Mocci arriva al termine di una splendida gara giocata a Ostia e vinta contro i Dolphins per 92-69. Tra i protagonisti dell’incontro (17 punti) l’ultimo arrivato in casa tuscolana, Luca Cammillucci, ex Vis Nova e Juve Trani. «In settimana, nonostante qualche piccolo infortunio – specifica la guardia -, ci siamo allenati bene e con voglia: la vittoria ne è stata la prova. La partita è stata sempre sotto controllo anche se Ostia per alcuni minuti ci ha dato filo da torcere, ma noi abbiamo saputo rispondere colpo su colpo». Il suo inserimento nel gruppo è stato ottimo. «Direi davvero facilissimo. Un po’ perché già conoscevo alcuni compagni, ma soprattutto perché sono tutti bravissimi ragazzi con tanta voglia di giocare a basket – specifica Cammillucci -. Per non parlare poi di coach Mocci che da subito mi ha fatto sentire un elemento importante della squadra motivandomi al punto giusto». Sabato prossimo il Frascati riceverà il Terracina settimo della classe: «La prossima partita, come del resto tutte le altre che mancano, per noi sarà una finale – dice il 21enne -: giochiamo contro un’ottima squadra che ha 6 punti più di noi. Cercheremo di prepararci al meglio grazie all’aiuto dei coach Mocci e Libutti che lavorano tantissimo per noi. Penso quindi che non si possano fare pronostici per questa partita, ma si deciderà tutto sul campo». Cammillucci è fiducioso sulle possibilità del gruppo. «Non sono i giocatori che fanno la differenza – sottolinea la guardia -, ma la voglia di giocare insieme e divertirci. Non nascondo che singolarmente siamo tutti buoni giocatori, ma la nostra forza è che stiamo diventando un ottimo gruppo sia fuori che dentro il campo. E poi con la carica emotiva che ad ogni allenamento ci dà il coach non possiamo che giocare bene e tutti insieme. Ora è normale guardare in alto – conclude Cammillucci -, ma non bisogna dimenticare che siamo a due passi dal paradiso ma anche ad uno dall’inferno quindi per adesso il nostro compito è quello di vincere tutte le partite possibili e alla fine tireremo le somme».


Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.