RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Basket. Leonis – Cuore Napoli Basket 69-54

Più informazioni su

Sesta vittoria stagionale della Leonis nel segno dei giovani: ancora a punti Santini (2), debutto stagionale per Torresani (2000) e Bischetti (2002, esordio assoluto in serie A2). In doppia cifra Moe Deloach (18), Deshawn Peedi Sims (12) e Luca Cesana, in foto (10). Leonis Eurobasket – Cuore Napoli Basket, la sala stampa dei due coach.

Leonis - Cuore Napoli Basket

Leonis – Cuore Napoli Basket

Andrea Turchetto (Leonis Eurobasket): “Credo che oggi abbiamo fatto ampiamente il nostro dovere, in una partita importante. Siamo una squadra che sta cambiando faccia e struttura, come anche i punteggi dicono: anche i 54 punti subiti oggi dimostrano impatto difensivo e una struttura leggermente diversa.

Abbiamo giocato i primi due quarti un po’ a sprazzi, senza riuscire ad azzannare la partita un paio di volte sul +10 anche per qualche canestro da tre dei loro esterni, del resto Napoli, al di là della classifica, sta dimostrando di lottare pur calando per problemi di rotazione e punti nelle mani, ma non l’abbiamo capito subito, facendoli rientrare.

Poi nel terzo siamo partiti molto bene, decisi, andando in controllo fino alla fine”.

Maurizio Bartocci (Cuore Napoli Basket): “Sono arrivato giovedì pomeriggio, abbiamo fatto un allenamento e mezzo e siamo partiti per venire qui, quindi non credo si possano cambiare le abitudini e i modi di fare che ci sono stati fino ad ora, credo che all’inizio abbiamo avuto anche una discreta reazione e la squadra è rimasta attaccata alla partita.

Avevo chiesto di aumentare l’intensità difensiva e rispetto ai 90 punti presi nelle ultime partite, la squadra ha provato a tenere sotto controllo la difesa, Roma ha un talento dieci volte superiore al nostro, per cui noi dobbiamo mettere la voglia, soprattutto se non abbiamo talento in attacco, dobbiamo sbatterci in difesa.

Non credo che le 13 palle perse siano reali, il grande tallone d’Achille è la gestione dei tempi e dei palloni, abbiamo avuto questo passaggio a vuoto nel terzo quarto, quando siamo arrivati a -6 e abbiamo preso due tiri consecutivi da tre punti di Deloach, un paio di canestri importanti anche con le mani in faccia che poi hanno fatto la differenza.

In quel momento sono venuti a galla tutti i nostri limiti di questo periodo, e ne è seguita anche una esecuzione offensiva pessima, un aspetto sul quale vogliamo provare a lavorare almeno in questa settimana”.

Leonis Roma – Cuore Napoli Basket 69-54 (20-15, 34-27, 55-38)

Leonis Roma:Michael brandon Deloach 18 (4/5, 3/7),Deshawn Sims 12 (3/5, 2/2), Luca Cesana 10 (2/6, 2/2),Simone Pierich 9 (3/5 da tre),Alessandro Piazza 6 (1/2, 0/1),David Brkic 6 (0/3, 2/4), Daniele Bonessio 4 (2/4 da 2),Eugenio Fanti 2 (1/3, 0/2), Gianluca Santini 2,Giulio Casale 0 (0/2, 0/5), Lorenzo Torresani e Federico Bischetti. All. Turchetto, Ass. Di Chiara
Tiri liberi: 7 / 12 – Rimbalzi: 24 6 + 18 (Deshawn Sims 7) – Assist: 13 (Michael brandon Deloach 6)
Cuore Napoli Basket: Bruno Mascolo 15 (6/11, 1/5), Matteo Fioravanti 9 (2/4, 1/2), Roberto Maggio 8 (1/2, 2/6), Melsahn Basabe7 (2/2, 1/3), Stefan Nikolic 7 (3/6, 0/2),Guglielmo Caruso 6 (2/5, 0/0),Alessio Ronconi 2 (1/2, 0/1),Nikolay Vangelov (0/3 da 2). NE: Alessandro Puoti e Vincenzo Malfettone. All. Bartocci, Ass. Russo e Trojano
Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 23 4 + 19 (Melsahn Basabe 9) – Assist: 4 (Bruno Mascolo 2)

Sesta vittoria stagionale per la Leonis, che resta imbattuta nel 2018 bissando nell’anticipo con Napoli il successo di domenica scorsa ad Agrigento. Contro una squadra in piena evoluzione – assente anche Mastroianni – Moe Deloach e compagni rispettano appieno il copione, allungando nel secondo tempo grazie ad un’altra prestazione difensiva di rilievo ed una circolazione di palla che beneficia nuovamente delle percentuali da tre punti: 12/28.

Aggiustata dopo qualche minuto una difesa distratta sui primi possessi, la Leonis tenta il primo strappo (7-0 di parziale) con gli assist della sua guardia americana e la bomba di Pierich (16-13), ma è nei secondi dieci minuti che l’allungo biancoblu inizia lentamente a materializzarsi. Annullato Basabe con un eccellente lavoro difensivo (tutti i punti, compresa una schiacciata a tempo scaduto, nel finale), la Leonis concede per i primi nove minuti solo due bombe a Maggio in risposta a Brkic, ma il primo lampo di Deloach – 5 punti in fila – ed un long two di Cesana confezionano il primo vantaggio in doppia cifra: 34-23. Un break che sono ancora Mascolo e poi Caruso in area a colmare prima della sirena lunga.

E’ il preludio, però, alla chiusura anticipata della partita, perché la retroguardia romana resta granitica e si trasforma, spesso e volentieri, in una transizione offensiva che prima Sims e poi Deloach (due volte) capitalizzano dall’arco: l’esterno di Rocky Mount, con 13 punti in nove minuti, è il protagonista principale di un parziale che vede la Leonis spingersi fino a +21 (55-34).
Un copione che non cambia neppure negli ultimi dieci minuti – di grande sacrificio difensivo, impreziosita anche da un assist, la prestazione di Brkic – che la Leonis gioca con un quintetto tutto italiano. Fioravanti e Mascolo ci provano (58-46), ma dura poco, perché dall’all’altra parte la distribuzione offensiva è ampia e varia e pesca i canestri decisivi soprattutto dalle mani di Luca Cesana, mentre nel finale largo spazio ai giovani: altri due punti – dalla lunetta – per Santini, mentre all’ingresso di Torresani si aggiunge anche il debutto assoluto in A2 di Federico Bischetti, promettente classe 2002.
In questo modo la Leonis sale a quota 12 in classifica e si porta sul 2-0 nei confronti diretti con Napoli, il viatico migliore in vista dell’impegnativa trasferta di domenica sul campo della capolista Casale.

Più informazioni su